I Braccialetti Rossi al Giffoni Experience, amicizia e semplicità

Hanno emozionato l’Italia raccontando la vita di bambini e ragazzi all’interno di un ospedale pediatrico, hanno fatto sorridere con la semplicità e la genuinità dei loro volti. Loro sono i Braccialetti Rossi e sono al Giffoni Experience.

Nove giovani attori alle prese con la terza stagione della serie tv più seguita che ha fatto in poco tempo il boom di ascolti. Raccontare la sofferenza e la bellezza dell’amicizia attraverso le parole di bambini ha fatto in modo di sensibilizzare i tanti telespettatori sulle problematiche che molti pazienti sono chiamati a sopportare durante la propria vita.

Un urlo insieme per gridare vitalità all’amicizia che li lego. Watanka e tanti braccialetti rossi sono i segni indelebile di un sentimento puro che dalla telecamera è passato anche nella vita reale e ci spiegano come hanno fatto.

Quando avete saputo di dovere interpretare questi ruoli come vi siete sentiti? 

(Carmine Buschini)”Questa è stata la mia prima grande esperienza. Un personaggio molto complesso con una storia particolare e speciale. Ma tutti i personaggi alla fine sono diventati importanti e speciali ma non per ciò che sono ma per ciò che fanno, per il modo in cui reagisco alle situazioni e alla malattia stando insieme”.

Avete fatto sorridere gli italiani ma la tempo stesso li avete fatti anche commuovere. Come siete riusciti, secondo voi, ad arrivare al cuore delle persone?

(Pio Luigi Piscitelli) “Il mio è stato un personaggio molto gradito proprio perchè sono riuscito a donare un sorriso sempre quando potevo anche in momenti difficili. Le persone si fermano per strada aspettando che io faccia un sorriso o una battuta e questo è gratificante proprio perchè il ruolo non è facile in un contesto cosí forte”.

Siete riusciti a dare un significato profondo di amicizia. Come pensate di esserci riusciti?

(Aurora Ruffino) “É stata scoperta l’amicizia che non è una cosa banale, perchè spesso è anche più forte dell’amore e in un contesto cosí difficile è stato fondamentale. Nei momenti di difficoltà non si è mai soli e l’uno può contare sull’altro”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

In costiera amalfitana torna la circolazione con targhe alterne

In costiera amalfitana per diminuire il caos e tenere sotto controllo la circolazione delle auto, ritorna la circolazione a targhe alterne dei veicoli. Questo sistema di circolazione verrà applicato per i mesi estivi, da giugno ad ottobre.

Castellammare grande festa alla Bonito – Cosenza con un bel riconoscimento

  Castellammare Di Stabia importante riconoscimento per l'istituto Bonito- Cosenza per il premio " Inventa il tuo Spot per la Corretta Alimentazione". La nota della...

Trapani-Follonica Gavorrano 0-1: Regoli gela il Provinciale. Si fa dura per i granata al ritorno

Finisce 0-1 la sfida tra Trapani-Follonica Gavorrano per la finale di andata di Coppa Italia Serie D.

Galleria Umberto I: a quasi 10 anni dalla morte di Salvatore Giordano

Nel 2004 il giovane Salvatore Giordano perse la vita, una medaglia a valore civile la proposta

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA