“Glass Onion – Knives Out”, trama e recensione

“Glass Onion – Knives Out” – Benoit Blanc (Daniel Craig) sbarca su un’isola greca per una vacanza organizzata dal ricco Miles Bron (Edward Norton). In sua compagnia altri ospiti facoltosi a risolvere un giallo che dovrebbe essere un gioco ma che invece presto finisce per diventare macabra realtà. Ecco che Blanc dovrà arrovellarsi ancora una volta per non vedere ammazzati tutti i suoi compagni di sventura.

“Glass Onion – Knives Out”, recensione

Se il film che ha aperto la saga diretta da Rian Johnson (nello specifico “Cena con delitto” che abbiamo recensito qui) conservava la struttura tradizionale del giallo classico ricomponendone le regole a proprio piacimento, questo sequel non cambia gli ingredienti ma mira più un alto per intreccio, location ed effetti speciali. Il risultato è nuovamente spumeggiante, una creazione che sicuramente divertirà prima lo stesso Johnson che qui riesce brillantemente a non ripetersi.

In una lotta serrata con Amazon e Apple TV+ ha avuto la meglio Netflix che detiene ora i diritto di un terzo capitolo. Un titolo prestigioso dopo l’altro la piattaforma sta perseguendo con l’acquisizione di lungometraggi di qualità, smentendo la tesi che in streaming ci finisca spesso e volentieri il film che non si ritiene possa rivelarsi un successo commerciale e non. Ricordiamo a questo proposito alcuni dati di “Cena con delitto”: circa 313 milioni di dollari incassati in tutto il mondo (5 solo in Italia) sovvertendo ogni pronostico, una nomination all’Oscar per la migliore sceneggiatura originale, quattro nomination ai Golden Globe.

Dopo aver detto addio ai panni di James Bond Daniel Craig si trova ancora una volta alla meraviglia in quelli di Benoit Blanc, un genio ma tutt’altro che un eroe, goffo e maldestro e che quasi si diverte a farsi ridere addosso. A tenergli testa tra il cast corale, a parte un paio di camei illustri, la bravissima Janelle Monrae ed un Edward Norton magnetico.

Funziona ancora la formula di attualizzazione di Agatha Christie, principalmente grazie ai ritmi sempre alti nelle oltre due ore di durata, ai colpi di scena disseminati qua e là e alla macchina da presa di Johnson che ne inventa sempre una nuova. Intrattenimento di buon livello condito da qualche riflessione sull’attualità, che non risparmia stilettate alla pochezza dei più ricchi (proprio come accade in “The Menu”, adesso in sala). E con il Benoit Blanc di Johnson che è un protagonista con ancora ampi margini di crescita e miglioramento.

“Glass Onion – Knives Out” è sbarcato nelle nostre sale per una settimana dal 23 novembre e sarà disponibile in streaming su Netflix a partire dal 23 dicembre 2022.

Exit mobile version