Accedi
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
Home

Mary Poppins ritorna al cinema. La tata più amata dai bambini di tutto il mondo riapproda nei maxi schermi con un film diretto da Rob Marshall. Tra i lungometraggi più amati di Walt Disney “Il Ritorno di Mary Poppins” è un sequel e ripropone la vicenda di una tata “praticamente perfetta” che con i suoi straordinari poteri magici riesce a trasformare qualsiasi mansione giornaliera in un’indimenticabile e fantastica avventura.

La protagonista Emily Blunt sarà accompagnata da Lin-Manuel Miranda nel ruolo di Jack, lo spazzacamino allegro e spensierato che si occupa di portare luce nelle strade di Londra. I tre bambini della famiglia Banks che si ritroveranno in questa magica avventura saranno interpretati da nuovi attori: Pixie Davies, da Nathanael Saleh e Joel Dawson. Il film “Il ritorno di Mary Poppins” uscirà nelle sale il prossimo Natale.

La trama ufficiale di Il ritorno di Mary Poppins

Il Ritorno di Mary Poppins è ambientato a Londra durante la Grande Depressione degli anni 30, ventiquattro anni dopo gli eventi del film originale. Michael Banks lavora nella stessa banca in cui lavorava suo padre e vive ancora al numero 17 di Viale dei Ciliegi con i suoi tre figli Annabel, Georgie e John e la domestica Ellen. Proseguendo la tradizione inaugurata dalla loro madre, Jane Banks combatte per i diritti dei lavoratori e aiuta la famiglia di Michael. Quando la famiglia subisce una perdita personale, Mary Poppins ritorna magicamente nella vita dei Banks e, con l’aiuto di Jack, li aiuta a ritrovare la gioia di vivere e il senso della meraviglia.

Mary Poppins, le origini

Il sequel riprende il celebre film di Walt Disney, “Mary Poppins” uscito nel 1964. La storia arriva dal romanzo di Pamela Lyndon Travers che presentò al mondo la bambinaia più determinata di sempre con il libro del 1934. I protagonisti erano Julie Andrews e Dick Van Dyke e con ben 13 candidature agli Oscar, vinse 5 statuette. La decisione di proporre “Il Ritorno di Mary Poppins” è dato dalla grande quantità di materiale inedito presente nei sette libri successivi, rimasti fino a oggi solo sulla carta stampata.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi