Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Autismo, avevamo esultato troppo in fretta, la lotta dell’Associazione FA.B.A., purtroppo, continua

Dal 1 Aprile ci stiamo occupando di un’incresciosa situazione che vede coinvolta l’ASL Benevento da un lato e 26 famiglie (con 27 bambini) dell’Associazione FA.B.A. (Famiglie Bambini Autistici) dall’altro.

L’ASL Benevento con delibera n.144 del 28.03.2019 ha interrotto i trattamenti ABA di cui i bambini autistici usufruivano.Dal primo Aprile 2019, dunque, i bambini sono rimasti senza terapia.

I genitori dei bambini erano scesi in campo nel tentativo di trovare un dialogo ed una soluzione  in via bonaria.

FA.B.A.

L’accordo e la soluzione naturalmente non sono stati trovati. Tante promesse, ma pochi fatti concreti. Intanto i genitori dei 27 bambini, privati dei piani terapeutici autorizzati, dovevano scegliere se procedere con le terapie pagando circa 2.000,00 euro mensili  di tasca propria o lasciare i propri figli così rischiando danni e regressioni irreversibili.

Da ciò la necessità di ricorrere al competente magistrato.

Con due sentenze a favore, i bambini sono ancora senza i trattamenti di cui necessitano

Il Giudice del Lavoro di Benevento, Dr.ssa Cassinari in data 29/05/2019 accoglieva il ricorso proposto nell’interesse dei bambini, ritenendo illegittima la decisione della ASL Benevento di interrompere tali trattamenti al 31/03/2019, sulla cui efficacia positiva concordava la stessa ASL Benevento.

Successivamente anche il Tribunale di Benevento, Sez.Lavoro – in sede collegiale – con provvedimento del 12/07/2019, pronunciandosi sul reclamo proposto dalla ASL Benevento avverso l’ordinanza emessa dal Giudice del Lavoro di Benevento Dr.ssa Cassinari, confermava per i 27 bambini autistici il diritto ad avere in forma indiretta i trattamenti ABA di cui necessitano.

“Essendo tale decisione definitiva – affermano gli avvocati Romano, Renza e Franzese – l’ASL Benevento deve prenderne atto ed applicarla senza indugio. evitando ulteriori pretestuose difficoltà.”.

Ad oggi 23 Luglio 2019, dopo 11 giorni dall’ultimo e definitivo provvedimento, dopo due mesi dalla sentenza emessa dalla Dr.ssa Cassinari, dopo quasi ben 4 mesi di interruzione delle terapie, NULLA, PURTROPPO, E’ CAMBIATO.

“Auspichiamo, con tale definitivo provvedimento, di poter riprendere senza ulteriori indugi le terapie ingiustificatamente interrotte al 31/03/2019, ma soprattutto ci auguriamo d’ora innanzi di poter spendere le nostre energie solo per la costruzione di quel “dopo di noi” che i nostri figli meritano per diritto di nascita e per l’amore di cui sono portatori”- aveva dichiarato il Presidente dell’Associazione FA.B.A., Elena Pinto, all’indomani della pronuncia da parte del Tribunale in sede collegiale.

 

UNA VERGOGNA CHE SI CONSUMA ALLA VIGILIA DELLA GIORNATA DELLA CONSAPEVOLEZZA DELL’AUTISMO

 

FA.B.A VINCE LA SUA BATTAGLIA: STORICA SENTENZA

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi