Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Curon, il fascino del campanile e la serie TV, un viaggio tra la fantasia quella della serie disponibile su Netflix, il fascino del Lago Resia ed il nostro viaggio:

Una serie dove non manca niente. Patos, suspense e molto altro. Tutto nel meraviglioso scenario del Trentino con il Lago Resia protagonista. Stiamo parlando di Curon una serie disponibile su Netflix. Creata da Ezio Abbate, Ivano Fachin, Giovanni Galassi e Tommaso Matano.

Anna Raina, la donna che avra’ un ruolo chiave nella serie, fa ritorno dopo 17 anni di assenza nel natio paese di Curon, piccola località di montagna sulle rive di un lago su cui circolano strane leggende, insieme ai figli gemelli adolescenti Mauro e Daria, gradi protagonisti del racconto. Nonostante i tentativi di dissuasione del nonno Thomas, la famiglia si stabilisce nell’inquietante albergo di quest’ultimo. Mentre i ragazzi si ambientano nella nuova realtà e nel contesto giovanile con i suoi pregi e difetti. Anna scompare misteriosamente; nel tentativo di ritrovarla, i gemelli scoprono i numerosi misteri del paese e sono costretti ad affrontare un’oscura eredità familiare. Ma sicuramente ci sara’ un continuo di questo racconto sempre ricco di colpi di scena, una serie bella che merita di essere vista.

Curon ed il fascino del campanile ( Wiki)

La cima del vecchio campanile di Curon (Graun) emerge dalle acque ed è tuttora visibile; la struttura risale al 1357, mentre la chiesa che vi era annessa era stata costruita nel 1832-38.In inverno, quando il lago gela, il campanile è raggiungibile a piedi. Una leggenda racconta che in alcune giornate d’inverno si sentirebbero ancora suonare le campane, rimosse invece dal campanile il 18 luglio 1950 (prima della formazione del lago).

La chiesa di cui fa parte il campanile fu costruita verso la metà del Trecento. Il 9 luglio 2009 sono stati conclusi dei lavori di restauro del campanile romanico; il livello dell’acqua del lago era stato precedentemente (a maggio) leggermente abbassato per permettere i lavori di risanamento sulla statica della struttura, oltre che sulle crepe presenti negli angoli delle facciate nord e nord-est, causate con tutta probabilità dalle infiltrazioni dell’acqua nelle piccole fessure e dalle successive gelate invernali.

Il Nostro viaggio sul Lago Resia:

Il Lago Resia, nel meraviglioso scenario dell’Alto Adige, merita di essere visitato. Un posto unico ideale anche per una gita con tutta la famiglia, da sconsigliare a chi non sopporta il freddo eccessivo. Una cartolina vivente con ogni sfumatura del lago da fare da cornice con il campanile che rende questo contesto unico e semplicemente meraviglioso. Da visitare assolutamente.

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications.    Ok No thanks