Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

I racconti del possibile-eccezionali storie normali, il format per sensibilizzare l’opinione pubblica sul concetto di diversità in tutte le sue accezioni

I racconti del possibile-eccezionali storie normali,  è il format creato dai giornalisti Marcello Milone e Rita Felerico per sensibilizzare l’opinione pubblica su temi socio- culturali.

Gli incontri, patrocinati dal Comune di Napoli e  dall’Ordine dei Giornalisti della Campania, avranno luogo i giorni 5 e 19 febbraio- 5 e 19 marzo alle ore 11:00 presso il PAN Palazzo delle Arti di Napoli. In particolare sarà la Fondazione Govoni, impegnata nel campo della ricerca per la cura delle comunicopatie quali  ad esempio l’autismo, ad affrontare volta per volta tematiche importanti  legate a disabilità e diversità. Due condizioni analizzate  non più  solo dal punto di vista medico, ma soprattutto dal punto di vista sociale per favorire l’integrazione dell’individuo. I racconti del possibile aiuteranno a svelare cosa c’è dietro l’apparente normalità di uomini o donne alla ricerca della felicità, che hanno lottato per realizzare i propri sogni e  attraverso percorsi di solidarietà, comprensione dell’altro, dialogo, si impegnano a costruire una società senza differenze.

Ogni incontro inizierà con una videointervista del protagonista e verrà sviluppato e dibattuto attraverso le testimonianze degli ospiti presenti. Il primo incontro affronterà il tema de L’indifferenza, sentimento sempre più diffuso nonostante il bombardamento massmediatico di notizie riguardanti tragedie umane senza precedenti. Protagonista del primo incontro sarà  Antonio Ebreo, medico chirurgo da anni in prima linea per alleviare le sofferenze dei più deboli nel mondo.

 Il secondo e il terzo incontro avranno un tema “a specchio” , ovvero Partire per avere successo e Rimanere per avere successo, tema molto vissuto dai giovani  soprattutto in questi ultimi anni di grande crisi economica. Protagonista del secondo incontro sarà Giuseppe Esposito, papà dell’attore  Salvio Esposito, noto per aver interpretato il ruolo di “Genny Savastano” nella serie televisiva Gomorra.  Il terzo incontro avrà come  protagonisti due giovani chef napoletani, Luca Esposito, chef patron della Locanda del Testardo, e Tobia Scamardella, chef pasticciere di Sciardac.

Infine l’ ultimo incontro si intitola  La diversità è negli occhi di chi guarda solo con gli occhi;  protagonista il medico sportivo , la cui storia personale si intreccia con quelli degli atleti paraolimpici.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi