Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

E’ partita la nuova campagna di sostegno dell’ Unitalsi di Napoli

E’ stata presentata presso la sede di Meridonare S.r.l., in via dei Tribunali 214 a Napoli, la nuova campagna di crowdfunding della sottosezione di Napoli dell’U.N.I.T.A.L.S.I. “Scegli di donare senza barriere”.

Insieme a Fondazione Banco di Napoli e a Meridonare S.r.l., la prima piattaforma di crowdfunding sociale meridionale, UNITALSI mira a raccogliere fondi  per consentire la partecipazione ai pellegrinaggi alla volta del santuario mariano di Lourdes di bambini, ammalati, disabili e persone in difficoltà che, pur desiderando partire, non sono nelle condizioni economiche o sociali per farlo.

L’obiettivo è quello di raccogliere 20.000 euro in circa 120 giorni attraverso delle donazioni on line, che però non finiscono in un anonimo calderone, ma vengono versati secondo le intenzioni di chi dona; si può, ad esempio  scegliere di offrire i pasti in treno, oppure optare per destinare la donazione al pagamento degli alloggi a Lourdes o, infine, farsi carico delle spese per il pellegrinaggio completo. Ad aiutare i sostenitori del progetto ci saranno i collegamenti  a forma di gocciolina presente sul sito

https://www.meridonare.it/progetto/scegli-didonare-senza-barriere Sostenere il progetto

Come forma di ringraziamento, chi partecipa alla campagna riceverà una medaglietta benedetta, la testimonianza di una candela accesa sotto la Grotta di Lourdes per le proprie intenzioni o una lettera autografa del beneficiario della donazione,  “segno” di gratitudine e preghiera dell’UNITALSI.

“Il pellegrinaggio dell’UNITALSI – dichiara Renato Carraturo, presidente UNITALSI Napoli – è una vera e propria esperienza di crescita e di fede che dona nuove sfumature di colore alla vita di tutti noi. Sostenendo questo progetto, molte persone, che sognano questa opportunità ma, per diversi motivi, non possono permettersela, potranno finalmente vivere questa esperienza, accompagnati dai nostri volontari che saranno poi accanto a loro ogni giorno, anche nel loro difficile quotidiano”.

“Il nostro impegno – aggiunge Giovanni Ponticelli, consigliere e responsabile del progetto dell’UNITALSI Napoli – è quello di raggiungere quante più persone possibile che vivono purtroppo ai margini della nostra città, a causa di problemi di salute, o anche di disagio sociale. Questa raccolta fondi è un’opportunità importante per ampliare il nostro raggio d’azione, perciò ringrazio fin da ora chi, con un piccolo gesto, contribuirà a rendere più bella la vita di chi è stato meno fortunato”

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x