Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Reggio Calabria, allerta meteo per domani, i dettagli

Allerta meteo livello giallo – FASE PREVISIONALE

fino alle ore 24:00 del 12.10.2018

Messaggio di allertamento, diramato dalla Sala Operativa Regionale della Protezione Civile Regionale, che prevede un livello di allerta giallo,fino alle ore 24:00 del 12.10.2018,

Attivazione  per procedura di allertamento e prevenzione colore GIALLO-  Prot. ARPACAL n. 42324/2018 N. documento: 312 – del 11/10/2018- ore: 13:00
MESSAGGIO DI ALLERTAMENTO UNIFICATO – FASE PREVISIONALE

Alcune norme di comportamento in caso di:

TERREMOTO
Le norme di comportamento per la popolazione, in caso di scossa tellurica comprendono:
Durante le scosse
• Restare in casa, individuare i punti più solidi della struttura (muri portanti, pilastri, travi, architravi, vani delle porte e gli angoli in genere) e, se possibile, al di sotto di essi; oppure ripararsi sotto un solido tavolo, il letto e aspettare la fine delle scosse.
• Aprire la porta per evitarne il blocco. Allontanarsi da finestre, dai vetri, lampadari, mensole, spegnere stufe, caminetti, ed utilizzatori elettrici possibili veicoli d’incendi.
• Non uscire sui balconi o in strada: si può essere colpiti da vasi, tegole ed altri materiali che cadono.
• Se dovete abbandonare l’edificio: non precipitarsi fuori per le scale fino a che non termina la scossa in quanto potrebbero crollare; non usare l’ascensore o montacarichi per evitare di rimanere bloccati all’interno.
• Lasciare le linee telefoniche libere, seguire le istruzioni fornite dalla radio o tramite altoparlanti.
• Se vi trovate all’esterno non passate sotto cornicioni o muri pericolanti, mantenersi lontano da palazzi ed edifici sostare solo in luoghi aperti, non rifugiarsi nelle cantine, nei sottopassi, nella metropolitana: le uscite potrebbero essere bloccate. Non usare l’auto, se vi trovate a bordo evitate di percorrere ponti, gallerie, strade franate. Allontanarsi da argini, ponti, dighe, attenzione alle linee elettriche.
Terminate le scosse
• Staccare il contatore del gas e disattivare l’energia elettrica.
• Se vi sono perdite di gas aprire porte e finestre, uscire e chiamare il 115 (vigili del fuoco).
• Uscire con calme e non dimenticare le chiavi, non usare l’ascensore.
• Portarsi in zone aperte dove possono giungere facilmente soccorsi (aree di attesa di protezione civile, campi sportivi, giardini pubblici, piazze ampie).
• Cercare di restare uniti il più possibile ai familiari.
In strada o all’aperto
• Non sostare o passare sotto parti di edifici che potrebbero cadere (balconi, cornicioni e grondaie).
• Dirigersi subito in spazi aperti (piazze e giardini).
Se siete in macchina
• Rimanete dentro il veicolo purché non siate fermi sotto edifici, viadotti, cartelloni pubblicitari e tralicci.
• Mantenersi lontani dalle spiagge e dalla costa: in seguito al sisma si possono produrre onde marine di notevole altezza.
• E’ importante non rientrare negli edifici danneggiati se non accompagnati dagli operatori del soccorso.

ESONDAZIONE – ALLAGAMENTO
Le norme di comportamento per la popolazione dell’area alluvionata, in attesa dei soccorsi e della successiva evacuazione, comprendono:
In casa
• Disattivare le utenze elettriche, energia elettrica, gas, acqua; non eseguire tali operazioni con mani o piedi bagnati. Sigillare le fessure delle porte con sacchi di sabbia o paratie orizzontali, così pure i serbatoi ed i locali dell’impianto di riscaldamento.
• Portarsi oltre il livello massimo dell’acqua, salendo ai piani superiori o sul tetto.
• Non scendere nei garage o nelle cantine nel tentativo di salvare oggetti, scorte o veicoli.
• Non usare, anche successivamente all’evento, cibi alluvionati e bere acqua minerale. Non bere acqua del rubinetto di casa, potrebbe essere inquinata. avere disponibili ed efficienti gli indumenti e le attrezzature necessarie (come sacchi di sabbia, teloni impermeabili, ecc), tenere una scorta di acqua potabile ed il bagaglio di emergenza, in vista di un successivo sfollamento.
• Aiutare persone che hanno bisogno di aiuto, bambini, disabili e anziani.
Fuori di casa
• Evitare l’uso dell’automobile, se invece si è in auto, non tentare di raggiungere le destinazioni previste ma piuttosto trovare riparo nello stabile più sicuro. In ogni caso, non guidare in strade allagate, se il veicolo si impantana abbandonarlo subito.
• Evitare di transitare o sostare lungo gli argini dei corsi d’acqua, sopra ponti o passerelle.
• Allontanarsi dai luoghi allagati e recarsi nei luoghi più elevati e non andare mai verso il basso. Individuare aree sicure al di sopra dei livelli di esondazione, Se si è sorpresi per strada arrampicarsi sopra un albero, su un palo, non cercare di attraversare una corrente dove l’acqua è superiore al livello delle ginocchia.
Dopo
• Prima di rientrare nelle proprie abitazioni, verificare lo stato di manutenzione, rilevando i danni eventualmente subiti dalla struttura, con l’ausilio dei tecnici esterni, VVF e comunali all’uopo individuati dal Comune.
• Non rimettere subito in funzione apparecchi elettrici, specialmente se bagnati dall’acqua: potrebbero provocare un corto circuito. Ispezionare locali al buio con lampade a batterie, dopo avere disinserito l’interruttore generale EE.
• Mantenere funzionante una motopompa ed un gruppo elettrogeno, ove disponibili.
• Prestare la massima attenzione alle indicazioni fornite dalle autorità.

FRANE
Le norme di comportamento per la popolazione, in caso di versamento di prodotto pericoloso, comprendono:
In casa o all’interno di un edificio
• Le case o i muri non riescono a fermare una frana, quindi: cercare di uscire e allontanarsi.
• Se non è possibile, rannicchiarsi il più possibile su se stessi e proteggersi la testa.
• Ripararsi sotto un tavolo o vicino ai muri portanti per proteggersi in caso di crollo.
• Non usare gli ascensori e non cercare riparo all’interno di altri edifici.
All’aperto
• Se la frana si dirige verso le persone o se si trova sotto le stesse, allontanarle letteralmente il più velocemente possibile, cercando di fargli raggiungere una posizione più elevata o stabile.
• Guardare sempre verso la frana, facendo attenzione a pietre o ad altri oggetti che, rimbalzando, potrebbero causare incidenti.
• Non soffermarsi sotto pali o tralicci: potrebbero crollare.
Se ci si trova in automobile
• Allontanarsi rapidamente e cercare di segnalare il pericolo con ogni mezzo a disposizione alle altre auto che potrebbero sopraggiungere.
• Dopo la frana allontanarsi dall’area.
• Segnalare ai soccorritori la presenza di persone intrappolate nell’area in frana, o di persone che necessitano di assistenza (bambini, anziani, persone disabili) chiamando i servizi di emergenza: Vigili del fuoco 115; Emergenza sanitaria 118; Comune di Reggio Calabria – protezione civile 0965/362500.
• Non rientrare negli edifici coinvolti dall’evento prima che essi siano stati sottoposti ad un controllo.

INCENDIO
Le norme di comportamento in caso di incendio comprendono:
In casa o in ambienti chiusi
• Chiamare il 115 (Vigili del Fuoco).
• Non utilizzare acqua su impianti ed apparecchiature elettriche in tensione; mettere in sicurezza gli impianti che possono favorire la propagazione delle fiamme.
• Chiudere il gas dal contatore e l’interruttore generale dell’energia elettrica.
• Sigilla con panni bagnati porte e finestre; il fuoco oltrepasserà la casa prima che all’interno penetrino il fumo e le fiamme.
• Verificare di avere sempre alle spalle una via di fuga e portarsi all’esterno presso i punti di raccolta.
• Liberarsi di abiti con contenuto acrilico (calze, foulard, ecc) e indossare indumenti che assicurano una certa protezione dal calore (ad es. una coperta di lana).
• In presenza di un piccolo focolaio utilizzare un estintore, oppure una coperta di lana o un secchio d’acqua; operare a distanza di sicurezza.
• Allontanarsi assieme a tutti i presenti dall’ambiente in cui si sta sviluppando l’incendio.
• Se una persona è avvolta dalle fiamme fatela rotolare e copritela con una coperta di lana.
• Se l’incendio è molto esteso, allontanarsi velocemente verificando che non sia rimasto nessuno all’interno (nell’ambiente di lavoro individuare le uscite di sicurezza indicate dai cartelli di colore verde e non usare gli ascensori), procedere in modo ordinato senza spingere chi si trova davanti, prendere i bambini in braccio e accompagnare persone anziane o disabili.
All’aperto (incendi boschivi)
• Per un tempestivo intervento delle squadre di soccorso e per ridurre i danni e l’estensione di un incendio boschivo, chiamare immediatamente i numeri: 1515 del Corpo Forestale dello Stato, 115 dei Vigili del Fuoco, 0961/7673 Regione Calabria Sala operativa di Protezione Civile. Senza dare per scontato che qualcuno lo abbia già fatto.
• Preventivamente, attenersi alle disposizioni delle autorità per il divieto di accensione di fuochi nei periodi di maggiore siccità nelle zone regolamentate appositamente.
• Non gettare sigarette e non bruciare stoppie nei campi, non abbandonare nei boschi rifiuti o materiale infiammabile.
• Segnalate subito la presenza dell’incendio e, ove possibile, intervenire sul focolaio di incendio con estintori, getti di acqua, sabbia.
• Durante un incendio attenzione a non rimanere intrappolati dalle fiamme, proteggersi dal fumo con un fazzoletto umido.
• In spazi aperti, non ripararsi in anfratti o cavità del terreno, battere il fuoco con frasche o pale, se c’è disponibilità d’acqua gettarla su foglie secche, erba, arbusti, alla base delle fiamme.
• Sui pendii non salire verso l’alto, il fronte del fuoco si propaga più velocemente in salita che in discesa.
• Non fermarsi ma cercare una via di fuga sicura, allontanarsi sempre nella direzione opposta al vento.
• Se non si ha altra via di fuga attraversare il fronte del fuoco dove è meno intenso, per passare dalla parte già bruciata.
• Stendersi a terra dove non c’e vegetazione incendiabile; cospargersi di acqua o coprirsi di terra.
• Non abbandonare l’automobile, chiudere i finestrini e il sistema di ventilazione; segnalare la presenza con il clacson e con i fari.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi