Registrati
Ti sarà inviata una password per E-mail

Schiacciati da una lastra di metallo

Salvatore Borriello, 47 anni, di Torre del Greco e Salvatore Palumbo, 55 anni, di Ercolano sono le vittime dell’ennesimo incidente mortale sul lavoro.

E’ accaduto ieri mattina, intorno alle 11,30, a Pieve Emanuele, in provincia di Milano.

I due operai stavano installando una barriera di protezione lungo i binari della stazione delle Ferrovia dello Stato di Pieve Emanuele, quando sono stati colpiti  in pieno da una lastra di metallo spostata da una gru.

Non si conosce ancora l’esatta dinamica di quanto accaduto.

Intanto è stata aperta un’inchiesta con l’ipotesi di reato di omicicio colposo.

Tre persone nel registro degli indagati

I pm milanesi hanno iscritto tre persone nel registro degli indagati, tra i quali il responsabile della sicurezza, ma il cerchio potrebbe allargarsi.

Potrebbe essersi trattato di un errore umano e/o di un guasto.

Gli inquirenti stanno lavorando per ricostruire l’esatta dinamica ed individuare i responsabili di quanto accaduto.

Le vittime lavoravano per la Cefi, una impresa di Casoria (NA) che aveva avutol’appalto da Rfi .

“Non erano sicuramente i lavori che avevano chiesto noi”

Intanto Paolo Festa, Sindaco di Pieve Emanuele, riferisce che non erano quelli i lavori richiesti.

Il Comune di Pieve aveva chiesto la costruzione di una strada ciclopedonale che collegasse la stazione ad una vecchia strada in disuso.

Rfi aveva iniziato a costruire un muro di separazione – ha sottolineato il Sindaco – “Io avevo detto che non serviva e avevo chiesto la costruzione di una ciclopedonale di collegamento fra la vecchia strada ed il sottopasso”.

“Tutta la mia solidarietà – ha concluso Festa – va ai familiari degli operai”.

Forti disagi alla circolazione

La circolazione dei treni è rimasta interrotta fino alle 17.45, quando sono terminati i  rilievi dell’Autorità Giudiziaria.

Registrati ritardi fino a due ore per sei Intercity e dieci treni regionali – cancellati totalmente o per parte del percorso i viaggi di altri 46 treni regionali.

Sulla tratta, al fine di agevolare i pendolari, è stato istituito un servizio di bus sostituivo.

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi