Parco Agrisolare 2023, nuovo bando da 1 miliardo di euro

Incentivi per il fotovoltaico in agricoltura e agroindustria, ecco tutte le novità della nuova edizione del Parco Agrisolare 2023.

 

Parco Agrisolare 2023, che cos’è e quali sono le novità previste?

Il Ministero dell’Agricoltura della Sovranità alimentare e delle foreste ha pubblicato un nuovo bando da 1 miliardo di euro, rivolto ai settori agricolo, zootecnico e agroindustriale, per realizzare impianti fotovoltaici a uso produttivo.

Le novità si differenziano in base alla tipologia di azienda.

Aziende agricole attive nella produzione primaria:

  • contributo a Fondo Perduto fino all’80% nel caso di proprio autoconsumo, ovvero l’autoconsumo condiviso nel caso in cui le stesse aziende siano costituite in forma aggregata;
  • contributo a Fondo Perduto fino all’50% per piccole aziende, contributo a Fondo Perduto fino all’40% per medie aziende e contributo a Fondo Perduto fino all’30% per grandi aziende per progetti eccedenti il vincolo di autoconsumo.

previsto inoltre un incremento del 15% per investimenti effettuati nelle zone assistite del sud Italia.

Per le imprese attive nel settore della trasformazione di prodotti agricoli i contributi si differenziano sulla base della potenza dell’impianto fotovoltaico, nello specifico;

  • Contributo a Fondo Perduto fino all’80% se la potenza dell’impianto fotovoltaico è compresa tra 6 kWp e 200 kWp;
  • Contributo a Fondo Perduto fino al 65% se la potenza dell’impianto fotovoltaico è compresa tra 200 kWp e 500 kWp;
  • Contributo a Fondo Perduto fino al 50% se la potenza dell’impianto è maggiore di 500 kWp fino al massimo di 1000 kWp.

Infine per le imprese di trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli e le altre imprese non ricomprese nelle definizioni di cui alle precedenti:

  • contributo a Fondo Perduto fino all’50% per piccole aziende, contributo a Fondo Perduto fino all’40% per medie aziende e contributo a Fondo Perduto fino all’30% per grandi aziende in caso di proprio autoconsumo, ovvero l’autoconsumo condiviso nel caso in cui le stesse aziende siano costituite in forma aggregata.

 

Parco Agrisolare 2023, interventi e spese ammissibili

Gli interventi ammessi nel bando Parco Agrisolare 2023 devono prevedere l’installazione di impianti fotovoltaici, con potenza di picco non inferiore a 6 kWp e non superiore a 1000 kWp da realizzare sui tetti/coperture di fabbricati strumentali all’attività agricola, zootecnica e agroindustriale.

Inoltre assieme agli interventi di installazione di impianti fotovoltaici possono essere eseguiti altri interventi di riqualificazione e miglioramento dell’efficienza enregetica, quali:

  • rimozione e smaltimento dell’amianto;
  • realizzazione dell’isolamento termico dei tetti;
  • realizzazione di un sistema di aerazione.

Parco Agrisolare 2023, soggetti beneficiari

I beneficiari del bando Parco Agrisolare 2023 sono tutti gli imprenditori che rintrano nelle categorie sotto elencate:

  • imprenditori agricoli, in forma individuale o societaria;
  • cooperative agricole che svolgono attività di cui all’articolo 2135 del cc e le cooperative o loro consorzi di cui all’art. 1, comma 2 del decreto legislativo 18 maggio 2001, n. 228.
    imprese agroindustriali, in possesso di codice ATECO;
  • soggetti precedenti costituiti in forma aggregata quale, associazioni temporanee di imprese (A.T.I.), raggruppamenti temporanei di impresa (R.T.I), reti d’impresa, comunità energetiche rinnovabili (CER).

Si ricorda che l’apertura dello sportello per accedere al bando è fissata il 12 settembre 2023 alle ore 12.

Per maggiori informazioni: Bando Parco Agrisolare 2023

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Detti napoletani: “Astrigne ‘o brodo”, cosa significa?

Napoli, si sa, è una città ricca di espressioni colorite e modi di dire che raccontano la vivacità della sua lingua. Quando un napoletano parla troppo senza arrivare al punto, si usa dire "Astrigne 'o brodo" (letteralmente: Asciuga il brodo), invitando a andare dritto al dunque.

Pompei, a “Gli Incontri di Valore” il giornalista Dario Maltese

Pompei - Nell'ambito della rassegna "Gli Incontri di Valore", ideata e condotta da Nicola Ruocco, ospite anche il giornalista del TG5 Dario Maltese, che ha presentato il suo libro "Les Italiens" edito da Rizzoli.

Torre Annunziata, taglio del nastro per “La Settimana dello Scrittore – Ricordando Michele Prisco”

Prende il via oggi la terza edizione della rassegna culturale "La Settimana dello Scrittore - Ricordando Michele Prisco", evento nato grazie all'impulso della libreria Libertà di Torre Annunziata in sinergia con il Centro Studi Michele Prisco

Last Exile – L’angolo del Nerd e dell’Otaku

Last Exile è ambientato sul pianeta Priester, dove esistono due nazioni in perenne guerra fra loro: Anatore e Disith. Entrambe le nazioni dipendono da una terza fazione neutrale, la Gilda, che fornisce ad ambo le parti la tecnologia necessaria per sopravvivere. infatti l'unico modo per spostarsi è affidato a navi di varia dimensione e forma. Claus e Lavi sono due ragazzi orfani che vivono nella nazione di Anatore e vivono facendo i corrieri usando le Vanship, veicoli biposto retro futuribili. Per caso i due si trovano costretti a scortare una bambina, Alvis, sulla misteriosa nave da Guerra "Silvana". Questo li porterà a vivere un'avventura che coinvolge tutte è tre le fazioni

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA