Dall’ 1 dicembre 2018 al 3 marzo 2019, presso il complesso monumentale del Monastero di San Giovanni,70 immagini in bianco e nero ripercorrono l’universo creativo di uno dei più importanti fotografi del Novecento.

Booking.com

Si tratta di Robert Doisneau, noto sicuramente a tutti per “Il Bacio dell’Hotel de Ville.
La foto scattata nel 1950 ritrae una coppia di ragazzi che si bacia davanti al municipio di Parigi fra gente che cammina veloce e distratta.

Un evento di portata internazionale

Quattro le sezioni della galleria: Parigi, Bambini, Gioco di sguardi e Innamorati.

Il percorso espositivo condurrà il visitatore in un’appassionante passeggiata lungo le strade di Parigi e i suoi bistrot.

La mostra, organizzata da Chiara Spinnato, è a cura dell’Atelier Robert Doisneau – Francine Deroudile ed Annette Doisneau in collaborazione con Piero Francesco Pozzi, col patrocinio del Comune di cava de’ Tirrenu, prodotta e realizzata da Di Chroma Photografy e ViDi – Visit Different

Cava de’ Tirreni come polo culturale

La mostra dedicata a Robert Doisneau – dichiara il Sindaco – persegue l’obiettivo di caratterizzare la nostra città come polo culturale, non solo in ambito regionale, ma anche nazionale ed internazionale, come in questo caso.

Lo stiamo facendo grazie alle tante collaborazioni che hanno individuato Cava de’ Tirreni come uno straordinario palcoscenico per iniziative di grande valenza; per la sua storia, le sue tradizioni, le tante professionalità che riesce a metter in campo e per location, come il complesso monumentale di San Giovanni che è una fantastica cornice per accogliere eventi importanti.

Non solo, però. In questi ultimi anni si è consolidata una forte presenza di visitatori che scelgono la nostra città per la qualità dell’accoglienza, per una offerta variegata di iniziative nel campo dell’arte e della cultura, dalla ceramica alla letteratura, dalla pittura, al teatro, dal folklore alle rievocazioni storiche”.

Orari:
da martedì a domenica: 10,00 – 13.00; 16,00 – 20,00
lunedì chiuso
La biglietteria chiude un’ora prima

Print Friendly, PDF & Email