Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Donne, mamme e lavoro, quando il giorno dovrebbe durare  più di 24 ore

L’arrivo di un figlio è una gioia, ma diciamocela tutta, è anche un gran sacrificio.Il piccolo non assorbe soltanto le energie di chi lo accudisce, ma anche il tempo a sua disposizione. Conciliare lavoro e vita privata diventa dunque un’impresa piuttosto ardua.

burnout

Riuscite a conciliare lavoro e vita privata? Se la risposta è no, ecco alcuni semplici consigli da seguire

Mantenere un certo equilibrio tra vita lavorativa e vita privata non è certo facile, ma seguendo alcuni di questi consigli, troverete attimi di respiro.

  • 1. Pianifica : La giornata lavorativa può risultare più proficua se ben pianificata. Meno decisioni si devono prendere durante la giornata, meno affaticato risulterà essere il cervello e sarà quindi più disposto a prendere decisioni importanti. La pianificazione è soggettiva. C’è chi riporta tutto in agenda e chi si accontenta anche solo di riorganizzare il proprio armadio in modo da non perdere tempo nella scelta dei vestiti;

 

  • 2.Delega: Cerca di identificare le persone che potrebbero darti una mano, nel lavoro, a casa – lascia loro alcune incombenze e concentrati solo sulle cose essenziali.

 

  • 3. Sii inglese, suddividi la giornata: Gli inglesi sanno farlo meglio di noi, Cosa? Suddividere la giornata. Un giorno è composto da 24 ore – 8 ore sono fatte per dormire, 8 per lavorare e 8 solo quelle preziose da dedicare a se stessi.

 

  • 4. Fai ciò che desideri: Mescolare dovere e piacere alleggerisce la giornata e rende soddisfatti e felici. Fare ciò che ci fa piacere permette di tornare alle incombenze quotidiane con maggiore facilità.

 

  • 5. Focalizza gli obiettivi della vita: Focalizzare aiuta a prendere la direzione giusta – senza troppe variazioni (e/o deviazioni) sarà più facile avere maggior tempo a disposizione e riuscire così a conciliare lavoro e vita privata.

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi