Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Il panettone tradizionale artigianale milanese unisce Parabiago (Milano) a Hong Kong – Sembra una favola, ma non lo è; quella che stiamo per raccontarvi è la storia di una grande passione, quella di  Michelangelo Guglielmetti, imprenditore milanese che, da anni vive in Asia e quella di Matteo Cunsolo, maestro panificatore di Parabiago, provincia di Milano.

Favola del panettone tradizionale artigianale milanese che arrivò ad Hong Kong

La favola inizia così: “C’era una volta un imprenditore milanese che da anni viveva nella lontana Hong Kong. Un brutto giorno scoppiò un’epidemia che ben presto si trasformò in una pandemia. Tutti si chiusero in casa per paura di contagiarsi e, per trascorrere le lente e lunghe giornate, tutti iniziarono a cucinare e a suscitare interesse per prodotti di qualità e metodi di cucina sani ed alternativi.

Così, al giovane imprenditore che tanto sentiva la mancanza del suo paese natale, venne in mente di contattare un maestro panificatore della provincia di Milano. Detto fatto, il maestro panificatore, ascoltate le richieste dell’imprenditore, realizzò un magnifico panettone tradizionale artigianale milanese e il sogno che da tempo l’imprenditore inseguiva, ovvero quello di portare il made in Italy a Hong Kong,  finalmente si realizzò.

Come ogni favola che si rispetti, anche questa ha la sua morale: “Ogni momento difficile può trasformarsi in un’opportunità.”

I protagonisti della favola

I due protagonisti della favola di Natale, l’imprenditore Michelangelo Guglielmetti ed il maestro panificatore Matteo Cunsolo non si conoscevano; non si erano mai visti prima e ancora oggi si conoscono solo virtualmente. Dopo avervi raccontato la loro favola di Natale, vi raccontiamo ora la loro storia.

Michelangelo Guglielmetti lavora in Asia dal 2001. Aveva 26 anni quando ha iniziato la sua attività professionale in Oriente. Il sogno che insegue da tempo è quello di portare il made in Italy in quell’area geografica così diversa per cultura, storia, regole economiche e sociali.  Guglielmetti si occupa dello sviluppo di attività per imprenditori che, con la loro artigianalità e il loro saper fare, conferiscono un valore unico a ciò che producono. Tra le varie attività, Guglielmetti ha fondato La Vin Group, azienda che si occupa di distribuzione di prodotti alimentati ad Hong Kong e in Cina.

“Matteo rispecchiava proprio ciò di cui avevo bisogno: un artigiano legato alle tradizioni, rispettoso del passato, ma proiettato al futuro”

Stavo cercando un produttore di nicchia del vero panettone tradizionale artigianale milanese, per avere un prodotto speciale con cui lanciare un nuovo negozio online a Hong Kong sotto Natale”.

“Marion, mia sorella, conosce la qualità dei panettoni di Matteo. È stata lei a consigliarmi di prendere contatto con Matteo Cunsolo. Ho fatto un piccolo check sul web ed ho visto che c’era molto materiale su di lui e sulla sua attività: dal panettone solidale al riciclo del panettone, dal pane blu pantone in occasione della Milano Fashion Week alle consegne a domicilio durante il lockdown. Matteo rispecchiava proprio ciò di cui avevo bisogno: un artigiano legato alle tradizioni, rispettoso del passato, ma proiettato al futuro”.

Matteo Cunsolo è maestro panificatore, Presidente dell’Associazione Panificatori di Confcommercio di Milano e Province, segretario Richemont Club Italia, ed ha il suo laboratorio “La Panetteria” a Parabiago, nell’hinterland milanese, avviato assieme alla mamma Antonia Orru, nel 2003. Cunsolo ha numerose esperienze di formazione all’estero tra le quali il corso di formazione ospitato al Nkuht National Kaohsiung University of Hospitality and Tourism di Kaohsiung, vicino a Taiwan, e il corso di formazione dedicato al pandoro e al panettone svolto a Tokyo e Osaka, in Giappone, dove affiancò il maestro panificatore Piergiorgio Giorilli.

“Questa è la prima volta che esporto all’estero ed è una grande emozione”

“La nostra produzione è concentrata soprattutto nei mesi di novembre, dicembre. Questa è la prima volta che esporto all’estero ed è una grande emozione, perché è sempre stato il mio sogno quello di esportare in questo paese, dove la popolazione ha un profondo rispetto per la panificazione e i prodotti da forno in generale».

“Spero che questa storia sia da esempio a molti artigiani. Dobbiamo fare rete, creare nuove sinergie, per ricostruire un futuro che sembra essersi fermato ed invece è soltanto lì che ci aspetta”

Rispetto per la tradizione con un occhio di riguardo per la ricerca

Il Maestro Cunsolo è molto attento alla tradizione, ma ha un occhio di riguardo per la ricerca.

“Rispetto profondamente la tradizione e la scelta della materia prima per me è fondamentale. Oltre al panettone e al pandoro produciamo il “panettone solidale ai 4 cioccolati” (la metà del ricavato è destinata all’Associazione Onlus “La Ruota” di Parabiago che si occupa di persone disabili). Quest’anno ho lanciato differenti linee di produzione. Saranno disponibili anche i panettoni da 750 grammi con materia prima differente: al pistacchio e cioccolato bianco, al cioccolato, al mandorlato, al marron glacé, all’amaretto, ai fichi del cilento e noci, al marzapane e arancio”.

Era previsto un evento di presentazione a Hong Kong martedì 8 dicembre ma, a causa delle  recenti nuove restrizioni in Cina su bar, ristoranti ed eventi, la presentazione sarà riprogrammata. Intanto i panettoni di Matteo Cunsolo saranno pubblicati nello shop online www.eathic.hk.

 

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications    OK No thanks