Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Giovanni Santarpia vince il premio Personaggio dell’anno 2018 di Italia a Tavola. Un successo che arriva da lontano. Intervista esclusiva

Giovanni Santarpia, stabiese doc, ha vinto nella categoria pizzaioli il premio Italia a Tavola. E’ stato votato 22.293 volte nella finalissima, che lo ha visto vincere dinanzi a gente del calibro di Gino Sorbillo (19.847 voti) e Renato Pancini (17927). Giù dal podio, altrettanti mostri sacri del mondo della pizza in Italia e nel mondo; in ordine Gabriele Bonci (17806), Marzia Buzzanca (12092), Pierino Cardonia (10438)

Abbiamo intercettato Giovanni Santarpia che ci ha gentilmente concesso un’intervista. Ecco cosa ci racconta del premio Italia a Tavola e del suo futuro.

Giovanni, hai vinto il premio Italia a Tavola, ovviamente nella categoria che ti appartiene, quella dei pizzaioli. Sensazioni?

La cosa più bella è che sono contento di aver avuto apprezzamenti da più parti, perchè oltre oltre al fatto della votazione in se, essere scelto è proprio una bella sensazione che ti da gioia. A questo punto, sabato 30 marzo andrò a ritirare il premio con tanta gioia nel cuore.

Cosa ti aspetti da questo 2019? Il premio ti aiuterà?

Mi auguro che questo bel premio mi porti nuovo lavoro e, soprattutto, di aprire un’attività in breve tempo e di aumentare altre situazione lavorative, come collaborazioni con imprenditori e professionisti del settore. Ogni premio ricevuto, come è successo con Gambero Rosso o la Guida dell’Espresso, mi ha portato tanta fortuna, perchè hai visibilità e chiaramente stai sotto ai riflettori dell’ambiente lavorativo.

Hai collaborazioni in vista nel prossimo futuro?

Forse partirà una collaborazione con un imprenditore locale di Tenerife che ha voglia di interfacciarsi con me per una futura pizzeria tipica napoletana da aprire proprio sull’isola. E poi ho in programma due tappe estere con l’azienda Ruffino, con cui sarò in Svezia ad aprile, dall’uno al tre, e poi a Tel Aviv, a giugno, per un evento sulla pizza legata proprio ai vini Ruffino. A breve, invece, terrò un mese di lezioni serali presso l’Istituto Alberghiero “Buontalenti” di Firenze come insegnate di scuola di pizza, lavoro che mi da tanta soddisfazione professionale e personale.

Le Pizze Di Giovanni Santarpia su Facebook riscuote grande successo. Programmi?

Sì, dopo la pizza fatta in casa, farò altre due simpatiche video-lezioni. Una, vista il periodo, sarà dedicata alle chiacchiere napoletane, un’altra sarà incentrata sui panini napoletani.

Se ti dico Castellammare?

Castellammare è nel cuore e ringrazio tutti gli stabiesi per avermi supportato in questa votazione di Italia a Tavola. Il loro contributo è stato prezioso, come quello di tutta la gente che mi conosce e mi apprezza. 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi