Andrea Giardina, in L’Italia nel mondo, fa risaltare che il paese è visto come un luogo d’arte, ma pochi sanno che è la culla del capitalismo

L’ebook del libro di Andrea Giardina “L’Italia nel mondo” di 1128 pagine edito nel 2017 da Laterza, ed acquistabile al prezzo di 16,99 euro, mette in rilievo che l’Italia è percepita come un luogo dove si sono prodotte, ed ancora oggi si producono, molte cose belle: arte, arti figurative, architettura, musica, letteratura, etc., ma pochi sanno che il nostro paese è stato la culla del capitalismo commerciale e finanziario.

Il basso medioevo costituisce un’epoca di innovazioni in ogni campo della civiltà umana come le cambiali, la partita doppia, l’assegno, l’assicurazione e le odierne Merchant Banks i cui fondatori vivevano nella Toscana duecentesca.

Acquista su Amazon.it

Da allora il nostro paese ha subito molti cambiamenti politici, economici e sociali e soprattutto è stato una terra di conquista da parte di potenze estere e di guerre che hanno causato morti e feriti nonché di emigrazione altrove alla ricerca di un lavoro e di condizioni migliori come dimostrano i casi di emigrazione verso le lontane Americhe e poi la Svizzera, la Francia e la Germania.

Oggi è abitato da molti immigrati, africani, e dei paesi dell’Est (Bulgaria e Romania) in particolare gli immigrati di origine africana che fuggono dal loro paese, a causa della povertà o del regime politico oppressivo, alla ricerca di condizioni di vita migliori e si imbarcano su barconi di fortuna, sfidando il mare e spesso a causa del numero superiore alla capienza dei barconi, affondano come si è verificato più volte.
Ma non vanno dimenticate le guerre scoppiate nel secolo scorso : la grande guerra nel 1915 e la seconda guerra nel 1940 ed a cavallo tra le due guerre, il ventennio fascista che ha avuto inizio con la marcia su Roma da parte di Benito Mussolini, nel 1922 ed è caduto nel 1943 un regime dittatoriale che si rivelerà tale nel 1925 dopo il delitto Matteotti l’anno precedente, il Patto d’Acciaio con Hitler e l’adozione delle leggi razziali contro gli ebrei costretti ad emigrare, l’occupazione tedesca nel 1943 e la fine della seconda guerra mondiale nel 1945, cui ha fatto seguito un periodo di crisi economica risolta grazie al Piano Marshall, concesso dagli USA al nostro paese che ha permesso il decollo economico negli anni cinquanta e creando occupazione per molti italiani.

Oggi purtroppo quel periodo è un lontano ricordo, a causa della crisi economica ed occupazionale sia per i giovani in cerca di prima occupazione, sia per coloro che hanno perso il lavoro, costringendo molti italiani ad emigrare altrove dove la situazione economica è migliore.
Purtroppo il nostro paese va ricordato anche per gli attentati che hanno causato morti e feriti perpetrati da terroristi rossi e neri, in particolare vanno ricordati gli attentati all’eccidio di Piazza Fontana a Milano nel 1969 compiuti da terroristi neri, al rapimento ed omicidio di Aldo Moro nel 1978 ecc.

Dopo molti anni negli anni 90’ abbiamo avuto la firma del Trattato di Maascricht nel 1992, l’ inchiesta “Mani Pulite” che ha scosso il mondo della politica e della finanza, l’ascesa di Silvio Berlusconi magnate italiano delle televisioni che decide malgrado lo scetticismo di molti, di scendere in politico e decide di scendere in politica e nel 1994 riesce a vincerle ed andare al potere e salvo brevi interruzioni, ha governato fino al 20011 seguito da un governo tecnico guidato da Mario Monti e le elezioni politiche del 2013 dalla cui urna non è uscito né un vincitore né un vinto. ed allora per dare un governo agli italiani la destra si è dovuta alleare con la sinistra ed una delle caratteristiche di queste elezioni è stata la presentazione di un nuovo movimento il Movimento a cinque stelle fondato da Grillo e Casaleggio.

Ma intanto il malcontento è cresciuto perché la situazione economa era ed è ancora oggi critica, e malgrado le rassicurazioni di Matteo Renzi subentrato ad Enrico Letta nel 2014 alla guida del paese, di risolvere i problemi degli italiani, in primis l’occupazione e soprattutto l’abbassamento delle tasse, non è riuscito nel suo intento ed adesso dopo le elezioni del 4 marzo la situazione è ancora in alto mare.

RECENSIONE
EBOOK
A CURA DI
ANDREA GIANRDINA
L’ITALIA NEL MONDO
Con la collaborazione di Emmanuel Betta, Maria Pia Donato, Amedeo Feniello
PAGG. 1128
2017 LATERZA
COLLANA : I ROBINSON/LETTURE
COSTO 16,99 EURO

 

 

Print Friendly, PDF & Email