Educazione e Società di Elena Besozzi

Il libro “Educazione e società” nuova edizione di Elena Besozzi di 142 pagine, edito da Carocci editore, parla dell’educazione che rappresenta un ambito importante di riflessione per la sociologia.

Educazione e Società di Elena Besozzi

Nel corso del volume si parla continuamente delle ricerche sul campo dello studio di fenomeni e processi educativi, come per esempio la riuscita scolastica e l’analisi del rapporto tra l’origine sociale e l’insuccesso, tra istruzione e occupazione.

La sociologia dell’educazione, come la sociologia, in generale, ha bisogno della ricerca empirica, e si nutre di dati,di analisi empiriche, in quella prospettiva di circolarità e raccoglie in se alcuni interrogativi fondamentali sull’oggetto o fenomeno indagato; che cos’è, come si presenta perchè si verifica in quel modo quali ne sono le cause.
Questo porta ad individuare livelli diversi di conoscenza, descrizione, comprensione e spiegazione.
Per quanto riguarda i metodi si distinguono solitamente in metodi quantitativi e qualitativi.
Mentre l’uso dei metodi quantitativi, per esempio attraverso le amministrazioni di un questionario a risposte chiuse, offre la possibilità do analizzare persone (campione rappresentativo).

[amazon_link asins=’8843086391′ template=’ProductGrid’ store=’magazpragm-21′ marketplace=’IT’ link_id=’38720ba4-f3ce-11e7-a20c-7507f01538b7′]

Il ricorso a metodi qualitativi, per esempio con interviste non direttive, offre la possibilità di cogliere in profondità il punto di vista, le idee, gli atteggiamenti, le opinioni di singoli soggetti, che hanno modo di esprimersi liberamente sulle questioni loro sotto.

Nell’ambito invece delle scienze sociali, si è assistito, nel corso del secolo scorso, ad uno sviluppo notevole sia nella produzione sia nell’utilizzo dei dati statistici.

Anche per la sociologia dell’educazione esistono quelle che vengono ritenute fonti ufficiali, perché istituzionalmente riconosciute e controllate.

Per quanto riguarda la realtà sociale possiamo affermare che essa mostra tutti i segni di una crisi dell’educazione e dell’istruzione, un fenomeno che dura da tempo e che sembra pertanto innestato in modo permanente nella nostra vita quotidiana così come quelle rappresentazioni collettive.

Pertanto la sociologia dell’educazione è chiamata direttamente in gioco di fronte a quella che sembra a tutti gli effetti una vera e propria emergenza.

Infatti una società senza educazione, come affermava Emile Durkheim è destinata ad estingeursi ed ad esaurire le sue possibilità di continuità.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

All-in-one computer 2024: eleganza e funzionalità

All-in-one computer 2024: eleganza e funzionalità, tra estetica e potenza

Trapani-Follonica Gavorrano 0-1: Regoli gela il Provinciale. Si fa dura per i granata al ritorno

Finisce 0-1 la sfida tra Trapani-Follonica Gavorrano per la finale di andata di Coppa Italia Serie D.

Giro D’Italia il round numero 19

  Giro D'Italia arriva la tappa numero 19. MORTEGLIANO-SAPPADA, 157 KM   Si inizia risalendo la valle del Tagliamento toccando San Daniele del Friuli, Forgaria nel Friuli...

I Pinguini Tattici Nucleari tornano al Palapartenope di Napoli

I Pinguini Tattici Nucleari ritornano a Napoli, con il tour “ Non perdiamoci di vista – Palasport 2024”, l’ultima volta nella stessa location alla Casa della musica.

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA