Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

L’attesa è finita. “K – Linkiesta Fiction”, la nuova rivista letteraria de Linkiesta, è in libreria e finalmente abbiamo un buon motivo per uscire di casa: accaparrarcene una copia.

K è di carta, si chiama come la K de Linkiesta o come Kafka”, svela Nadia Terranova.
Scrittrice che ha conquistato la fiducia dei lettori più piccoli con libri come “Omero è stato qui”, tra i finalisti della quinta edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi, e che è riuscita ad attirare anche un pubblico più maturo con “Addio fantasmi”, considerato tra i migliori dieci libri del 2018 e arrivato nella cinquina finale del Premio Strega 2019, Nadia Terranova è oggi la curatrice della rivista letteraria.

Fresco di stampa, è arrivato nelle librerie indipendenti, il volume di 320 pagine che dedica il primo numero ad un argomento di cui si ha urgentemente necessità di scrivere, leggere e parlare: il sesso.

Il primo numero lo facciamo sul sesso?”, ha chiesto la Terranova a Christian Rocca, direttore de Linkiesta, che ha fortemente voluto la scrittrice alla guida di questo nuovo e ambizioso progetto letterario. Lui ha risposto “” e tutto ha iniziato a prendere forma.

Sono Camilla Baresani, Jonathan Bazzi, Carolina Capria, Teresa Ciabatti, Benedetta Cibrario, Francesca d’Aloja, Mario Desiati, Annalisa De Simone, Viola Di Grado, Mario Fillioley, Dacia Maraini, Letizia Muratori, Valeria Parrella, Romana Petri, Lidia Ravera, Luca Ricci, Marco Rossari, Yari Selvetella, Elvira Seminara, i diciannove autori italiani che hanno declinato il tema del sesso per K. Come pezzi unici di un unico mosaico, si troveranno nelle pagine anche due anteprime dei romanzi di Don Winslow e di Maggie O’Farrell in uscita a breve in Italia.

“K – Linkiesta Fiction” è stato disegnato dall’art director Giovanni Cavalleri, arricchito da fotografie di Stefania Zanetti, da un’illustrazione di Maria Corte e da un saggio introduttivo di Nadia Terranova. Sul retro della copertina, come ultima rappresentazione della tematica scelta per il primo volume, troviamo un puzzle di corpi che si intersecano e che riuniscono anche visivamente i diciannove saggi.

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x