Dungeon Food – L’angolo del Nerd e dell’Otaku

PUBBLICITA

I Dungeon sono luoghi dove gli avventurieri cercano soldi e fama. Un giorno un gruppo di sei avventurieri, a causa di una serie di incidenti, perde equipaggiamenti e provviste. Allo stremo delle forze si trova ad affrontare un Drago Rosso che sconfigge facilmente il gruppo e divora viva l’incantatrice Falin.

Quest’ultima riesce a teletrasportare i suoi compagni all’esterno. A seguito del fallimento due membri abbandonano il gruppo lasciando solo il fabbro Halfling Chilchuck, la maga mezz’elfa Marcille e il guerriero Laios, fratello di Falin a piangere la compagna. Ben deciso a salvare la sorella, nonostante la situazione, Laios decide di tentare di salvarla.

Per evitare di rimanere senza provviste e risparmiare per acquistare equipaggiamento, Laios decide di cacciare e mangiare i mostri del Dungeon (cosa che il guerriero desidera da tempo). A loro si unisce il nano cuoco Senshin che rivela loro che il Drago Rosso ha un ciclo digestivo di un mese, quindi possono ancora salvare Failin.

Ancora Dungeon…

Un anime con ambientazione fantasy in stile Dungeon & Dragons? Con tanto di classi, livelli e razze uguali? Fra Danmachi, Solo Levelling e altro c’è solo l’imbarazzo della scelta. Inoltre Dungeon Food prende a piene mani dal celebre gioco di ruolo creato nel 1974 da Gary Gyrax e Dave Arneson.

La quantità è tale che ormai sono quasi dei meme. E se esistono comunque prodotti di qualità, con un tale numero, la possibilità che esca un prodotto di basso livello è proporzionale al numero di anime con questo tema. Quindi Dungeon Food è la solita roba anime a livelli che stufa dopo alcune puntate?

… ma con qualcosa di diverso

Risposta: no. Ai dialoghi tipici di questo genere, con discussioni sulla qualità e sul costo dell’equipaggiamento (armi, armature e pozioni) per affrontare i pericoli dei Dungeon, si aggiungono quelli sul cibo. Laios, discutendo coi suoi compagni, disgustati dall’idea di mangiare i mostri, afferma che non è così diverso dalla caccia.

Un elemento semplice ma che è sufficiente a distinguere Dungeon Food da altri anime dello stesso genere. L’atto di nutrirsi dei mostri viene visto come un fatto fondamentale per la sopravvivenza, soprattutto in un mondo dove armi ed equipaggiamento si usurano e si rompono con il tempo.

Fotogramma ep. 1 Dungeon Food 1000x600 1

In questa situazione il nano Senshin assume il ruolo di guida del gruppo. Infatti il nano vive in questo modo da dieci anni e, come un maestro Yoda sui generis (con una pentola al posto di una spada laser), insegnerà al gruppo come sopravvivere in un ambiente completamente ostile.

Basti pensare che Marcille, in una scena, afferma di essere morta e di essere stata resuscitata già una volta. Quindi, volendo usare una frase  per definire Dungeo Food, è perfetta la seguente “mangiare o essere mangiati, non ci sono ne vincitori ne vinti. Il cibo è un privilegio riservato solo agli esseri viventi”.

Una piccola recensione

L’animazione di Dungeon Food non è da dieci, ma si attesta su un un sette pieno. I personaggi sullo sfondo sono spesso ripetuti, ma visto che tutta l’attenzione e sui personaggi principali, questo difetto passa in secondo piano, soprattutto grazie alla splendida colorazione.

Ottima anche l’interazione fra i protagonisti. Molti momenti comici, che fortunatamente non sfociano mai nel pecoreccio. Forse i momenti culinari, altro motore chiave, sospendono un po’ troppo la narrazione. Non accade sempre. A volte ci sono ottimi risultati, come quando Senshin e Laios discutono su come cucinare delle verdure con Marcille che stavenendo divorata da una pianta parassita.

Media e accoglienza

Il primo volume fu bene accolto, infatti raggiunse l’undicesimo posto nella classifiche settimanali dei manga , con 315 298 copie vendute. A Il secondo volume ha raggiunto il terzo posto nelle stesse classifiche, rimanendo sugli stessi standard fino all’ultimo volume, il quattordicesimo.

Al momento la trasposizione anime conta di un solo episodio, andato in onda sulla piattaforma Netflix e pubblicato da TRIGGER. Troppo poco pe runa recensione completa? Sì, ma sufficiente per una prima impressione. E, se il buongiorno si vede dal mattino, quello che si è visto lascia intravedere una splendida giornata.

Fonti: https://it.wikipedia.org/wiki/Dungeon_Food https://www.animeclick.it/anime/44902/dungeon-meshi

 

PUBBLICITA
PUBBLICITA

Leggi anche

Antonella Di Massa, troppi punti oscuri

Antonella Di Massa è stata trovata senza vita dalla troupe del programma TV "Chi l'ha visto"?  Sembra che la morte della donna risalga a 48 ore prima, ma allora dove è stata Antonella nei 10 giorni precedenti?

Life for Gaza, a Napoli il primo concerto in Italia a sostegno di Gaza (video)

99 Posse, Daniele Sepe Capitan Capitone, La Maschera, Valerio Jovine e tanti altri. Sei ore di concerto per Gaza

Ferito 35enne da colpi di arma da fuoco a Napoli

Il brutto episodio a Napoli Intorno alle sei e mezza del mattino di sabato, un individuo di 35 anni è arrivato presso l'ospedale Vecchio Pellegrini...

Juve Stabia – Casertana scelto il Direttore di Gara

  Juve Stabia - Casertana, ecco chi dirigerà la partita. La nota ufficiale come riporta il sito gialloblu: Serie C Now, Juve Stabia – Casertana: arbitra...

Ultime Notizie

PUBBLICITA