Hamilton vince senza problemi a Marina Bay e allunga il vantaggio in classifica su Vettel. Il tedesco della Ferrari è terzo, ma dopo un sorpasso in avvio ed un pit stop non riesce ad aggredire la Mercedes e chiude  alle spalle anche di Verstappen. Quarto Bottas e quinto Raikkonen 

Embed from Getty Images

Lewis Hamilton stradomina il Gran Premio di Singapore e consolida la sua leadership in classifica, portando a 40 punti il vantaggio su Sebastian Vettel. Il britannico della Mercedes, scattato dalla pole, è stato protagonista di una gara sempre sotto controllo, anche dopo i pit stop che lo hanno momentaneamente allontanato dal comando della corsa. Lewis, che si era paragonato a Muhammad Ali nel descrivere il suo giro di qualifica “quasi perfetto”, in gara ha rifilato agli avversari il gancio che potrebbe risultare decisivo per l’esito del campionato. La Ferrari, che pure nelle libere aveva lanciato segnali incoraggianti, si è persa nei momenti decisivi. Vettel, che ha perso 48 punti in 5 gare, è stato autore di una partenza incoraggiante con un sorpasso su Verstappen per prendersi il secondo posto, ma poi si è perso al rientro dal pit stop. Da qui si è spento.

Embed from Getty Images

Seb sale sul podio, ma non basta per rendere meno amaro il weekend di Marina Bay. Hamilton è in fuga e in forma strepitosa. Mondiale finito? No, ma ora la Ferrari non può davvero più sbagliare. E Seb, con un Raikkonen che sembra già proiettato al suo futuro in Sauber, appare un po’ più solo. Sarà la prossima gara in Russia a dirci se è davvero così.

Print Friendly, PDF & Email