Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

 

Mercoledì 6 febbraio a Roma presso il Circolo degli Artisti

 

Mercurio: l’argento vivo straborda! presenta

DAMO SUZUKI

SONIC JESUS

FOREVER ALIEN

BICCHIERE MEZZO PIENO

porte/botteghino

20:30

concerti

21:30

 ingresso up to you

 @ CIRCOLO DEGLI ARTISTI

Via Casilina Vecchia 42 – Roma

06 70305684; info@circoloartisti.it

 MERCURIO, il nuovo format del Circolo degli Artisti, dopo l’esordio estivo torna a farvi compagnia anche durante questo lungo inverno.

MERCURIO è il primo pianeta del sistema solare, quindi il più vicino al sole.

MERCURIO, nella mitologia è il messaggero degli dei.

Il MERCURIO è l’unico metallo che si presenta allo stato liquido a normale temperatura, proprio per questo viene anche chiamato ARGENTO VIVO, e solo chi L’ARGENTO VIVO lo ha nelle vene ne può far parte.

MERCURIO cerca e mette in vetrina il talento, in un suggestivo ensemble di musica, teatro, arte figurativa e digitale.

Ospiti di questa puntata della versione invernale saranno DAMO SUZUKI, SONIC JESUS, FOREVER ALIEN e BICCHIERE MEZZO PIENO.

DAMO SUZUKI’S NETWORK

 www.damosuzuki.com

 “Sette Modi Per Salvare Roma” – con il suo titolo quasi profetico – è una delle più riuscite avventure del fantomatico Damo Suzuki’s Network, una formazione che viene plasmata a seconda degli appuntamenti dal suo stesso tenutario e frontman, nonché voce dei leggendari kraut-rockers Can. Il cantante di origine nipponica corona così il suo vagabondare artistico con una formazione finalmente stabile. La finalità stessa del network ha permesso al nostro di mettere radici in più paesi europei e statunitensi, a partire dalla fine degli anni ’80. Singolare la sua stessa storia personale, il continuo girovagare per club e location internazionali ha in qualche maniera sopperito alla mancanza di una vera e propria dimora. Spesso ‘imprendibile’, il progetto assume contorni definiti con la pubblicazione di un live ufficiale, che Goodfellas è lieta di presentare in tutta la sua spontanea natura. Registrato dal vivo al Circolo Degli Artisti di Roma il 20 gennaio del 2011, il disco è l’occasione per immortalare l’incontro di Damo con alcuni dei migliori musicisti italiani. Il collettivo in azione è infatti uno dei più nobili: Manuel Agnelli (Afterhours) Enrico Gabrielli (Calibro 35, Afterhours), Xabier Iriondo (Afterhours, A Short Apnea, Uncode Duello) e Cristiano Calcagnile (Stefano Bollani, Cristina Dona’) costituiscono l’ossatura su cui regge questa versione del network. Su un tappeto cangiante, per definizione rock ma non scevro da influssi lisergici e avanguardisti, Damo libera le sue capacità comunicative, stimolato a dovere da questo eccezionale quartetto.

SONIC JESUS

sonicjesusband.bandcamp.com/

www.fuzzclubrecords.com/

I Sonic Jesus sono la sfida e la certezza di Tiziano Veronese, sono il risultato di anni di immersione di quest’ultimo nel buco nero della musica, prima da batterista e ora da chitarrista\cantante: sono i Velvet Underground che, violentati dagli Spaceman 3, mettono su una neopsidechelia di matrice folk tendente allo shoegaze.

Questa perfetta fusione di storia della musica, se da un verso è certamente intuitiva, dall’altro è la conseguenza dell’incontro artistico tra Tiziano Veronese e Marco Baldassari e quindi si configura come una fusione di intenti. Marco Baldassari trova posto nel progetto come fornitore di liriche del gruppo già dal 2010, da quando cioè questo era poco più che un’idea. Subito dopo inizia l’approccio alla musica da autodidatta, dando supporto ai lavori della band come polistrumentista (organo,chitarra,percussioni,theremin).

Il 2011 è l’anno delle prime novità: Simone Russo, giovanissimo batterista allievo di Tiziano Veronese, viene scelto come membro della band, dimostrando da subito di possedere l’ attitudine adatta al genere attraverso l’esecuzione di groove martellanti, che si fondono perfettamente al potente wall of sound carico di tremoli e fuzz prodotto nei live dal gruppo.

A inizi 2012, con l’inserimento di Diego Mastrangelo al basso, il tutto si delinea: le idee shoegaze trovano forma durante le prove, nei live addirittura si finisce in un paio di pezzi per sfiorare le selvagge saturazioni del noise, complessivamente gli arrangiamenti dei pezzi posseggono una nuova pasta.

A 2012 iniziato viene scelto il nome “Sonic Jesus” (Sonic come riferimento ai Sonics e a Sonic Boom, Jesus preso in prestito dalla nota canzone dei Velvet) come sigillo della filosofia e dell’immagine del progetto, il numero delle richieste di live aumenta, canzoni come Monkey on my back e Underground ricevono una forte quanto inaspettata eco su internet, fino ai primi cenni di interessamento di una delle più importanti etichette psichedeliche europee: la Fuzz Club Records. É in questa cruciale fase che avviene l’inserimento di Fabio Perciballi come chittarrista/effettista: la cura del suono è stata sin dal principio una delle linee guida delle composizioni del gruppo, composizioni che tentano di plasmare una monotonia ipnotica per mezzo della ripetizione, così da creare un effetto di trance negli ascoltatori.

Durante l’estate del 2012 avviene la svolta: i Sonic Jesus, messi sotto contratto dalla già citata Fuzz Club Records, firmano per l’inserimento di Underground nella compilation The Reverb Conspiracy che, in uscita il 10 novembre rigorosamente in vinile, li vede come unica band italiana facente parte della scena psichedelica europea indipendente insieme a gruppi del calibro di Singapore Sling e Dead Skeletons, con i quali parteciperà al release party della compilation (Presented by Fuzz Club Records, Bad Vibrations and The Reverberation Appreciation Society) presso il Shakewell Arms di Londra con al basso Lorenzo Mancini, tornato a far parte del gruppo dopo un periodo di assenza.

Sempre per la Fuzz Club Records e sempre il 10 novembre è prevista l’uscita del primo EP 10″ della band. Contenente quattro tracce (Lost, It’s time to hear, Monkey on my back, Underground) il vinile è avvalorato dalla firma di Nonni Dead (from Dead Skeletons) per quanto riguarda l’artwork :un certificato di garanzia che sembra sottoscrivere quanto scritto da Marco Baldassari: “it’s time to hear, guess sonic year!”.

FOREVER ALIEN

www.facebook.com/pages/FOREVER-ALIEN/216615568466256

soundcloud.com/forever-alien-1

Forever Alien is an experimental solo project born in 2012 from Johnny Jay.

Musically inspired by musicians from the early ’900 approaching pre-war bluesmen, minimalist composers and electronic music pioneers and philosophically inspired by life and work of artists as Genesis P. Orridge, Carmelo Bene, Antonin Artaud, Alejandro Jodorowsky, Len Lye, Salvador Dali, Anton Newcombe, Timothy Leary, Alan Vega, Amanda Brown etc.

Live performances combine trippy soundscapes with experimetal short movies projections, for a very drivin’ experience.

BICCHIERE MEZZO PIENO

www.facebook.com/bicchiere.mezzopieno.1

 Il Bicchiere Mezzo Pieno è una congrega di musicisti con un cantattore in mezzo.

Si formano nel 20xx e dal 2010 rompono le scatole alla musica indipendente italiana.

Si definiscono Pop Folk Cantautorial-punk d’avanspettacolo, e fanno canzoni allegre su temi tristi come l’amore, il suicidio, l’impegno politico. Cambiando genere rocambolescamente e a seconda dell’immagine della canzone, i nostri eroi provano a divertire e far pensare.

Ma in realtà vogliono solo le donne nude.

Uscirà a breve un Ep autoprodotto intitolato IL CONTRARIO DI LOL, un brano dei quali è stato scelto per la colonna sonora di un film. Non si sa quale, ma neanche quale film.

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications    OK No thanks