Marco Mengoni incendia di entusiasmo lo stadio Arechi di Salerno, in 50000 lo acclamano come non mai

Marco Mengoni come ogni suo live, fa impazzire tutti di entusiasmo e coinvolge i 50000 presenti all’Arechi in tutte le sue canzoni, nessuna delle quali è senza il magnifico coro di tutto il pubblico che salta canta e lo fa emozionare fino alle lacrime.

Il concerto inizia con la passerella di Marco tra il pubblico, in completo bianco con giacca e pantaloncini accompagnato poi sulla passerella del palco dai suoi immancabili coristi musicisti e apre con “ Cambia un uomo”, “ Esseri umani “ e “ No stress “, indossando anche un bel paio di occhiali bianchi.

Si cambia scena e mise, pantaloni in pelle neri e corpetto nero strassato, sotto il grande semicerchio bianco che sovrasta l’immenso palco, allineato con tutta la band, canta altri 5 capolavori, “ Voglio”, “ Muhammad Ali”, “ Psyco Killer “, “ Credimi ancora “, “ Mi fiderò”.

Altre grandi emozioni per il pubblico con Marco Mengoni che cambia ancora una volta abito, dopo la presentazione multimediale dei componenti della band da parte di Drusilla con un video molto accattivante lasciando cosi il tempo a Marco di cambiarsi ed esce con un intero completo argentato e sfavillante di strass, a metà passerella e sui laterali si avvicina quanto può ai suoi fans cantando altri sei grandi successi, “ Luce “, “ Proteggiti da me “, “ Parole in circolo “, “ Due nuvole “, “ l’essenziale “ e l’ultima Hit “ Pazza Musica “.

Arriva l’ora degli effetti speciali, ritorna Marco sul palco ancora con una nuova mise, pantalone in pelle nera e maglietta aderente trasparente in tinta e dal centro della passerella, si innalza su una piattaforma che lo porta a 3 metri di altezza dove si gode davvero il grande spettacolo che gli da i 50000 presenti e parte il clou dei brani, “ Due vite “, “ Fiori d’orgoglio “, “ Sai che “, Hola “, “ Ti ho voluto bene veramente “ e qui il  pubblico alla fine  lo omaggio cantando in coro “O Surdato Nnammurato “ e Marco si commuove , ci vuole un pò per riprendersi e poi finisce questa parte con “ Guerriero “.

Ultima parte dello spettacolare concerto di Marco Mengoni e lo vediamo con una nuova immagine, una bellissima maglia aderente trasparente inguainata fino alle dita, color pelle con disegni azzurri, davvero bella, sotto pantaloni dorati e scarpe dorate, così parte con “ Ma stasera “, “ Pronto a correre”, “ Io ti aspetto “, chiusura con esplosione di stelle filanti a tutto palco. Sembra la fine, Marco Saluta con tutta la Band, ma è il pubblico ad acclamarlo cantando “ Due vite” e allora eccolo a terminare il concerto con “  Proibito “ e “ Buona vita “. I 50000 lasciano lo stadio strapieni di emozioni che Marco Mengoni ha inondato questa sera.

Di seguito la mia Gallery del concerto, scatti eseguiti durante il brano Muhammad Ali, l’unico autorizzato dalla Produzione.

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Napoli, poca chiarezza sulla linea 6, si corre ai ripari in maniera… pittoresca

Da ieri, a Napoli, nella stazione della metro Municipio, per indicare la Linea 6 sono stati affissi dei fogli A4 con la scritta a...

Napoli, due incendi al Vomero, non si esclude nulla sulla loro origine

Doppio incendio al Vomero: ieri alle 17:30 diversi cassonetti dei rifiuti in via Alvino sono stati incendiati in due punti distinti. L'intervento I carabinieri, insieme a...

Castellammare, si infittisce il mistero sulla rottura della conduttura, lavori rinviati per un motivo preciso

La vicenda della condotta idrica che rifornisce la Penisola Sorrentina e Capri assume contorni ancora più particolari. Le ultime I lavori programmati, che avrebbero causato un'interruzione...

Napoli, scoperta la causa dell’incendio a Fuorigrotta, proseguono le indagini

Ieri a Fuorigrotta si è verificato un incendio, probabilmente causato da un fulmine, che è stato rapidamente domato. La scoperta L'incendio ha causato paura e alcune...

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA