Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Al momento, nell’est di Londra, il West Ham non se la sta spassando. Il momento non è totalmente negativo, ma probabilmente la dirigenza si aspettava di poter vivere qualche momento sereno nel nuovo Olympic Stadium, ma dei risultati incerti ed un’infermeria clamorosamente affollata non fanno dormire sonni tranquilli ai tifosi. Pensate che nell’ultima partita di Premier League, contro il Bournemouth di Eddie Howe, erano indisponibili ben 6 titolari (5 gli infortuni dichiarati), così come per la trasferta in Romania di Europa League contro l’Astra Giurgiu. Dopo aver rischiato qualcosa con l’NK Domzale, ancora una volta la vittoria è l’unico risultato utile (oltre allo 0-0) per passare il turno nella partita di ritorno di giovedì, e ciò non può che essere un gran cruccio per gli Hammers. Andiamo ora ad analizzare una per una le situazioni degli infortunati, ed in seguito diamo un’occhiata ai prossimi impegni degli uomini di Bilic, per renderci conto di quanto dovranno aspettare i tifosi prima di vedere una squadra al completo.

Cattura infortunio ayew

ANDRE AYEW – Il gran colpo dell’estate non ha avuto il tempo materiale per far innamorare i propri tifosi: un infortunio alla coscia infatti lo terrà lontano dei campi per minimo 3 mesi, il che è molto negativo per l’intera squadra. Il ghanese ha delle qualità evidenti, messe in mostra anche con la maglia dello Swansea, e l’arrivo a Londra avrebbe consentito agli amanti del calcio di poter rivedere la letale coppia Ayew-Payet. Che sfortuna, si dovrà aspettare ulteriormente per poter rivivere grandi giocate di classe…

AARON CRESSWELL – Infortunatosi a causa di un disgraziato tackle ai suoi danni durante un’amichevole estiva, Cresswell ha riportato seri danni al legamento esterno del ginocchio. Questo tipo di infortunio da sempre molta noia, in quanto spesso si hanno delle ricadute nel periodo di recupero. Il suo bollettino medico recitava, al momento dell’infortunio, che non avrebbe giocato per ben 4 mesi: ora ne è passato solo uno, quindi Cresswell, indubbiamente uno dei migliori terzini dell’inter Premier League, dovrà saltare ancora più di 10 partite. Proprio per questa causa è stato acquistato Masuaku, fortunatamente ancora intatto ed autore di importanti prestazioni, nonostante la pressione su di lui.

download (22)

MANUEL LANZINI – Il maghetto argentino non ha potuto partecipare alle sfortunate Olimpiadi della propria argentina, in quanto infortunatosi pochi giorni prima del via, durante il ritiro con l’Albiceleste. Il trequartista, riscattato in estate dal West Ham, si era detto particolarmente eccitato di poter giocare in una competizione così importante ed intrigante, e ci immaginiamo il suo stato d’animo al momento dell’infortunio che ha visto coinvolto il suo ginocchio. Il rientro è previsto per metà settembre: in quel momento giocherà da titolare, aspettando di dover lottare per una maglia da titolare con Ayew, al momento del suo rientro.

SOFIANE FEGHOULI – Arrivato a costo zero dal Valencia, il suo gol contro l’NK Domzale ha chiuso i conti della qualificazione, e lui si è gettato tra i tifosi a braccia incrociate, come a mimare i martelli simbolo del club. E’ stato subito amore con tutto il popolo dell’Olympic, ma per sua sfortuna, l’algerino dovrà ora restare lontano dalle partite per un paio di settimane: la coscia gli sta dando problemi, ma l’infortunio è molto più lieve rispetto a quello di Ayew. Rientrerà abbastanza presto, e per quello che ha fatto vedere, i tifosi del West Ham sono in trepidazione.

ANDY CARROLL – Proprio l’uomo a cui il West Ham si doveva appigliare in questo duro momento, ha raggiunto l’infermeria nella giornata di venerdì. In allenamento una botta al ginocchio gli ha regalato un mese di stop, in un periodo particolarmente prolifico. Molti tifosi speravano di poter vedere un Carroll più costante e continuo, ma l’incubo degli infortuni non sembra essere ancora finito per lui. Ormai tutti sono convinti della sua importanza in campo, essendo un vero e proprio fattore sulle palle alte, ma seduti in panchina, o su un lettino dell’infermeria, si può far ben poco, purtroppo…

 

Sono da segnalare anche:

  • l’infortunio di Diafra Sakho, che è però ormai fuori rosa ed alla ricerca di una nuova squadra.
  • l’affaticamento di Dimitri Payet, tornato dalla nazionale ed ancora con qualche acciacco fisico, sarà di rientro a breve.
  • la botta subita da Cheikhou Kouyate, che ha giocato al limite del dolore contro il Bournemouth.
  • il rientro in condizione di Angelo Ogbonna, senza problemi fisici, ma ancora relativamente a corto di fiato.
  • il grave infortunio di Doneil Henry, certamente non un uomo chiave, ma che accorcia ulteriormente la panchina.

La partita di giovedì sera contro l’Astra Giurgiu è assolutamente da vincere, ma con così pochi uomini, non sono escluse le sorprese nonostante l’indubbia superiorità del club inglese. Arriveranno tempi migliori, a squadra completa, per ora il West Ham stringe i denti ed assume personale in infermeria!

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi