Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Il C.C. Ortigia batte Posillipo, e chiude al terzo posto il girone di andata del campionato di A1 Maschile di pallanuoto

C.N. Posillipo- C.C. Ortigia 6-10 ( 2-2/1-3/2-3/1-2) 

il Tabellino

CN POSILLIPO: R. Spinelli, Iodice, M. Di Martire 2, A. Picca, G. Mattiello 1, J. Parrella, Ricci, L. Silvestri, G. Di Martire, A. Scalzone, L. Marziali 3, P. Saccoia, T. Negri. All. Brancaccio

C.C. ORTIGIA: S. Tempesti, F. Cassia 2, M. Abela, G. La Rosa, S. Di Luciano, F. Ferrero 1, M. Giacoppo 2, V. Gallo 1, F. Condemi, S. Rossi 1, S. Vidovic 2, C. Napolitano 1, E. Caruso. All. Piccardo

Arbitri: Ferrari e Savarese

Note: Usciti per limite di falli Silvestri (P) e Scalzone (P) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Posillipo 3/8 + 1 rigore e Ortigia 5/12 + 1 rigore. Spettatori 350 circa.

 

Il C.C. Ortigia torna a vincere espugnando la piscina “Scandone” di Napoli. Batte il CN Posillipo per 10-6.

Gli uomini di Piccardo continuano così a mettere punti preziosi in saccoccia, chiudendo un girone d’andata strepitoso, al terzo posto con 30 punti su 39, a soli 3 lunghezze dal secondo posto occupato da Brescia.

Il C.C. Ortigia gioca una buona gara, anche se nella prima metà risultano essere un po troppo fallosi, chiudono dopo 2 tempi con due lunghezze di vantaggio col parziale di 3-5.

Nel Terzo tempo con due azioni consecutive i padroni di casa del Posillipo raggiungo il pari ed hanno l’illusione di poter ottenere qualcosa.

Ma il C.C. Ortigia sfrutta bene le superiorità numeriche e con tre gol in sequenza dell’ex Rossi, capitan Giacoppo ed del giovane ma grandioso Cassia, ristabilisce le distanze.

Il Posillipo prova a reagire nel quarto parziale, ma l’Ortigia ne ha di più e amministra il vantaggio, allungando ulteriormente. Alla fine è 10-6 per gli aretusei, che tornano alla vittoria dopo lo stop interno contro Recco.

Questo il commento del tecnico dell’Ortigia, Stefano Piccardo, nel post partita:

È andata abbastanza bene. Abbiamo cominciato un po’ lenti, poi però la squadra è cresciuta di intensità, strappando al momento giusto con un parziale di 5-1 tra terzo e quarto tempo.

Abbiamo spinto bene e alla fine è venuta fuori la partita che volevamo giocare. Nella fase iniziale non abbiamo fatto benissimo in inferiorità numerica in difesa, mentre in attacco non riuscivamo a trovare le misure, sbagliando anche due-tre palloni facili.

C’è da dire, però, che ci sono anche i meriti degli avversari. Il Posillipo, infatti, mi è sembrato davvero in grande crescita, li ho visti molto bene in acqua.

Per questo sono molto contento del risultato e della prestazione dei ragazzi.

L’allenatore biancoverde trae ancora una volta buone indicazioni sul carattere della sua squadra, capace di reagire sempre prontamente alle difficoltà: 

Nel momento più complicato della partita, quando loro hanno pareggiato, abbiamo reagito positivamente e siamo andati via facendo subito un bel parziale di 3-0, peraltro giocando molto bene la superiorità numerica.

Insomma, abbiamo disputato una partita di buon livello e, soprattutto, abbiamo subito solo sei gol. Dopo averne presi 18 dal Recco e prima ancora 11 dalla Lazio, dovevamo abbassare la media. Ci siamo riusciti, era un nostro obiettivo.

Anche il giovane Campione Europeo U17 Ciccio Cassia, che ha messo a segno due reti, ha rilasciato una dichiarazione a fine gara:

Abbiamo giocato bene e siamo stati bravi a non innervosirci, perché a un certo punto l’hanno messa un po’ più sul fisico e noi siamo riusciti a non seguirli su quella strada.

Per il resto, devo dire che in difesa abbiamo giocato meglio, restando più uniti, anche se ancora dobbiamo migliorare perché continuiamo a prendere qualche gol evitabile.

Abbiamo cominciato un po’ contratti, forse anche perché condizionati dal fatto di non aver potuto fare un giusto riscaldamento prima della partita.

Siamo entrati un po’ freddi, però poi nel corso della partita abbiamo preso ritmo e siamo venuti fuori.

copertina di repertorio

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi