" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Così come accaduto per la Champions, anche l’ Europa League si appresta a chiudere la fase a gironi. Oggi infatti si disputerà l’ultimo turno prima delle gare a eliminazione diretta

Le nostre tre italiane avranno impegni piuttosto agevoli, anche se solo la Fiorentina non può permettersi di sbagliare visto che la qualificazione ancora non è stata centrata. Lazio e Napoli, infatti, sono già matematicamente prime del loro girone, quindi affronteranno l’ultima gara, rispettivamente contro St. Etienne (anch’essa già qualificata) e Legia Varsavia con uno spirito molto sereno (o quasi).

Purtroppo il clima si è fatto subito acceso a Napoli, dove nella notte si sono registrati violenti scontri in varie zone della metropoli partenopea tra le due tifoserie rivali, che hanno visto il loro apice di violenza nei pressi della stazione di Piazza Garibaldi, dove gli ultrà napoletani e polacchi si sono affrontati con mazze e lancio di bombe carta. Per le forze dell’ordine è stata una serataccia, visto che per sedare gli animi c’è voluta quasi un’ora. Inoltre Carabinieri e Polizia sono partiti alla caccia di alcuni facinorosi, sfuggiti all’arresto, setacciando le strade di Napoli in lungo e in largo. Tutto questo non è un bel prologo alla gara odierna.

In Francia, invece, questo eventuale pericolo è stato scongiurato sul nascere in quanto non potranno esserci scontri tra le tifoserie di St. Etienne e Lazio, poiché la gara ha subìto gli effetti degli attentati di Parigi di qualche settimana fa ed è stata vietata ai tifosi biancocelesti.

Ecco il consueto sguardo alle gare delle nostre italiane e ai loro gironi.

La Fiorentina

Partiamo con i viola. La Fiorentina è l’unica delle 3 italiane ancora non qualificata anche se per centrare l’obiettivo le basterà un solo punto, ovvero non perdere contro i portoghesi del Belenenses, squadra ultima nel girone e battuta all’andata con un perentorio 4-0, che tuttavia in caso di vittoria e di non vittoria del Lech Poznan con il Basilea nell’altra gara, potrebbe qualificarsi come seconda. Pertanto gli uomini di Paulo Sosa non dovranno abbassare la guardia e affrontare con la massima determinazione l’incontro che, almeno sulla carta, è abbordabile. Ecco la probabile formazione:

 

(3-4-2-1): Sepe; Tomovic,G. Rodriguez,Astori; Rebic,Suarez,Badelj, Pasqual; Mati Fernandez, Babacar; Rossi

La Lazio

Passiamo alla Lazio. Il cammino in Europa League dei biancocelesti è stato inversamente proporzionale a quello del campionato, dove la squadra di Pioli (sempre più traballante la sua panchina) è in una crisi che sembra non avere fine. In quest’ottica la gara in Francia non servirà ai fini della classifica e della qualificazione, già centrata, piuttosto a dare un’iniezione di fiducia ai giocatori che hanno il morale sotto i tacchi. Pioli probabilmente opterà per questa formazione:

(4-4-2): Berisha; Basta,Hoedt,Mauricio,Konko;  Candreva, Cataldi ,Parolo, Oikonomidis; Matri, Djordjevic

Il Napoli

Chiudiamo col Napoli. La squadra partenopea, reduce dall’inaspettato scivolone di Bologna, è chiamata subito a rialzare la testa, pertanto mister Sarri non ammetterà altri cali di tensione e, sebbene la qualificazione ai sedicesimi sia già archiviata da tempo, si punterà a chiudere la fase a gironi a punteggio pieno. La probabile formazione comunque sarà all’insegna del turnover:

(4-3-3): Gabriel; Maggio,Chiriches,Luperto,Strinic; Chalobah,Valdifiori, Lopez; Mertens, Callejon, El Kaddouri

Infine ecco il quadro completo delle gare dei gironi delle italiane:

 GIRONE D

Giovedì 10/1219:00MidtjyllandBrugge
Giovedì 10/1219:00NAPOLI L. Varsavia

GIRONE G

Giovedì 10/1221:05DniproRosenborg
Giovedì 10/1221:05St. EtienneLAZIO

GIRONE I

Giovedì 10/1221:05FiorentinaBelenenses
Giovedì 10/1221:05Lech PoznanBasilea
Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
" "