Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Da pochi minuti si è conclusa la partita tra Everton e Swansea, e come da copione i Toffes non tradiscono e piegano i Gallesi mai domi.

L’Everton parte fortissimo ed, al 19 minuto, Barkley viene messo giu in piena area. Rigore e Baines non sbaglia. Lo Swansea è di bestia cattiva e Bony raccoglie un assist dalla destra e si regala un goal facile facile.

Nella ripresa, l’Everton trova il codice di accesso del dolore dei Bianchi ed in pochi minuti Lukaku, prima, con balletto incorporato e Barkley, poi, sugli sviluppi di un corner, piazzano una mazzata “quasi” letale.
Mirallas ha la palla dei 4-1, ma ecco che l’Everton cala ed i gallesi iniziano a macinare gioco. Garry Monk tenta il tutto per tutto e lancia nella battaglia Shelvey (ex Liverpool e fischiatissimo) e Michu (assente da tempo dai campi per un brutto infortunio).
Howard si supera su de Guzmán e fortunamente il tempo scorre via. La mazzata arriva dopo la girandola delle sostituzioni quando nel recupero Williams fa 3-2.
Fortunatamente, è una mazzata dolce, perchè 60 secondi dopo l’arbitro decreta la fine della partita.

Domenica prossima, dopo la doppia in casa, si vola a Fulham mentre il Tottenham andrà di scena ad Anfied.

Se i “cugini” ci faranno questo regalo ed i ragazzi non tradiscono, la parola Europa potrebbe essere un qualcosa di concreto.
E se il City piegasse l’Arsenal ? Potremmo realmente iniziare a sognare qualcosa di fatato.
Beh, sono solo ipotesi, sono solo speranze, ma è finita, si dice, alla fine.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi