Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Il Fognini nazionale, croce e delizia di tutti gli appassionati di tennis, ha vinto il match con Kei Nishikori

I supporters di Fognini che lo seguono nelle sue imprese agonistiche, hanno un motivo in più per tributare il loro plauso al nostro tennista di punta che, dall’altro capo del mondo a Miami, ricorda a tutti che lui c’è e c’è alla grande.
Fognini, infatti, ieri in una partita che non ha avuto storia, ha asfaltato il n. 4 al mondo Kei Nishikori con un perentorio punteggio di 6-4 / 6-2 in un’ora e 7 minuti, che nel linguaggio del tennis vuol dire ” ho preso a pallate il mio avversario” .

Così è stato; Nishikori non ha avuto mai la possibilità di farsi sotto e avvicinarsi al punteggio macinato da Fognini, breccato due volte nel primo set e altre due volte nel secondo set, le due partite sono state una la fotocopia dell’altra. Fognini con il suo gioco preciso, potente e mai appariscente, ha sfoderato colpi di alta scuola tennistica, gli stessi colpi che in altre occasioni hanno fatto arrabbiare sia lui stesso che tutti i suoi fans.

Perché Fognini è questo, Genio e Sregolatezza. Un grande tennista, il migliore che abbiamo in Italia, un tennista che tecnicamente ha tutto, è in possesso di una tecnica magistrale, poco appariscente ma sostanziale  a momenti sembra mentalmente lontano dal match ma poi improvvisamente esce fuori il campione. Questo è Fabio Fognini e oggi nel torneo più importante della sua carriera, un Master 1000 ambito dai Top Ten del circuito, lui c’è, arriva in semifinale e non sarà facile, lotterà contro un Nadal riscoperto e che ha già perso una semifinale a Indian Wells.

Siamo certi che Rafa farà di tutto per aggiudicarsi la Finale di questo torneo, ma Fognini l’impresa già l’ha compiuta una volta, ed è cosa nota che Rafa Nadal soffra il giocatore italiano; questo sarà il punto di partenza per la gara della vita del nostro Fabio nazionale.

Il messaggio scritto sul vetrino della telecamera al termine dell’incontro con Nishikori, dedicata alla sua bella Flavia Pennetta, in dolce attesa, “ Nina Non Torno “ lo vogliamo leggere di nuovo.
Tutti noi sappiamo che darai tutto te stesso in quella che sarà una battaglia durissima contro un avversario temibile ed in crescita, ma le sfide -quelle vere- ti sono sempre piaciute e allora fai sventolare il tricolore sui campi americani e vola in finale!

foto: LaPresse
Print Friendly, PDF & Email

Scrivi