Registrati

Ti sarà inviata una password per E-mail

Juventus-Cagliari in salsa napoletana.

Si perché i rossoblu sono orfani dell’addio improvviso di Bomber Borriello e nonostante ciò la prestazione della squadra isolana sarebbe, almeno nella prima frazione di giuoco, in grado di disarmare le potenti armature della corazzata bianconera.

E palese che sulla carta i ragazzi del presidente Giulini NON dovrebbero nemmeno metter piede allo Stadium ma tant’è è che la prima frazione di giuoco, se si leggesse con attenzione il tabellino senza dare troppa importanza al risultato, è irto di occasioni da rete che il Cagliari non ha saputo sfruttare. Perché la Juve i Campioni li ha, se li tiene e ne compra altri che fanno la differenza in partite che, altrimenti, potrebbe anche perdere clamorosamente!

Certo è che alla prima vera occasione la Juve passa con Mandzukic dando l’impressione che la goleada della passata stagione (4-0) dovesse ripetersi. Prima della rete dello svantaggio la squadra sarda era riuscita, con un pressing sino all’area di rigore di Buffon, a contenere i tentativi di passare in vantaggio dei Campioni D’Italia. Un atteggiamento tattico sorprendente, non da Rastelli, che permetteva agli appassionati di calcio di sperare in un altro epilogo finale.

Due parate di Buffon su Farias, incluso il calcio di rigore calciato in maniera imbarazzante (ma si può sbagliare un rigore, chi non lo sbaglia è chi non lo tira, della serie non mettiamo in croce Diego!) sono la fotografia di come sarebbe potuta andare la partita e invece non è andata. Super Gigi Buffon non è certo famoso per essere un para rigori ma il trequartista brasiliano non ha avuto la freddezza che invece il numero 1 della Nazionale Italiana ha avuto; stare assolutamente quasi totalmente FERMO. E’ questo ciò che ha destabilizzato il rigorista rossoblu che calciava la palla dopo essersi fermato nella speranza che il portiere si tuffasse da un lato per poi tirare dalla parte della porta sguarnita.

Ed invece ciò che non ti aspetti succede.

Ma andiamo con calma.

Andiamo ad analizzare i fatti che hanno permesso la concessione del calcio di rigore che avrebbe potuto permettere agli ospiti di pareggiare.

VAR

Video Assistant Referee

Ossia Assistenza Video all’Arbitro

E’ ciò che è successo, per la prima volta, nella prima partita inaugurale del Campionato Italiano di calcio Serie A TIM quando il Direttore di gara MARESCA veniva richiamato dai colleghi che, nella stanza dei bottoni, suggerivano di visionare l’azione che secondo lo stesso arbitro napoletano aveva semplicemente generato un calcio d’angolo invece di un rigore richiesto da Cagliari. In un minuto circa l’arbitro interrompeva il gioco e andava a visionare le immagini e SOLO dopo concedeva la massima punizione CONTRO la Juventus. SENZA la VAR non sarebbe arrivato un sacrosanto rigore, sembra paradossale che un fallo evidente non sia stato visto in casa della Juventus (ironia portami via!).

Ma tanta fatica per niente. Rigore fallito.

La beffa arrivava nel recupero, proprio quasi all’ultima azione un lancio a Paulino Dybala che stoppava la palla col braccio per poi infilare Cragno. Beffa delle beffe, nemmeno il collaboratore del Signor Maresca vedeva l’irregolarità che avrebbe dovuto annullare la rete del 2-0. Siamo a Torino e in casa della Juventus sembra che solo gli arbitri internazionali durante le Coppe Europee VEDANO ciò che tutti gli altri non vedono.

Con un passivo di due reti a zero la compagine sarda affrontava la seconda frazione di giuco con un piglio arrendevole fino alla terza ed ultima capitolazione, sebbene anche all’ultimo secondo, con un tiro che sfiorava il palo per un soffio, non è arrivata la rete del 4-0.

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Marchisio (17’st Khedira), Pjanic; Cuadrado (29’st Douglas Costa), Dybala, Mandzukic; Higuain (26’st Matuidi). (Szczesny, Pinsoglio, De Sciglio, Benatia, Barzagli, Asamoah, Bentancur, Sturaro, Bernardeschi). All. Allegri.

CAGLIARI (4-4-2): Cragno; Padoin (18’st Joao Pedro), Andreolli, Pisacane, Capuano; Farago’, Cigarini (36’st Dessena), Ionita, Barella; Farias, Cop (36’st Sau). (Crosta, Daga, Ceppitelli, Miangue, Romagna, Cossu, Giannetti). All. Rastelli.

ARBITRO: Maresca di Napoli

MARCATORI: 12′ Mandzukic, 46′ pt Dybala; 21’st Higuain

 

FOTO CAGLIARI CALCIO – PROFILO UFFICIALE FACEBOOK –

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi