Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

La Juve Stabia va, la Juve Stabia ride, la Juve Stabia torna alla vittoria al Romeo Menti e riesce finalmente a dare continuita’ di risultati dopo il bel pareggio al Nicola De Simone di Siracusa. Le vespe vanno sotto, poi nella ripresa rimontano e nel finale Branduani si esalta con una parata spettacolo e tanti saluti alla Reggina.

Una bomba di Luigi Viola, un colpo di testa beffardo di Bachini, fanno saltare il banco. Ripetiamo, vince la Juve Stabia che fa un bellissimo balzo in classifica ma oggi bisogna esaminare altri aspetti importanti.

Una squadra di Serie C, una squadra con tanto blasone, oramai sola , con tante problematiche. Dopo la questione stadio finalmente risolta, e’ nata una spiacevole abitudine ossia quella di abbandonare la Juve Stabia.

Oramai i tifosi delle vespe preferiscono vedere altro ed allo Stadio oltre la Curva Sud che continua ad incitare i ragazzi senza sosta, solo un gruppo di Cittadini volenterosi continua a seguire la squadra. Il resto, solo fenomeni social che si lamentano dei risultati, campagna acquisti senza dare un minimo contributo a questa societa’ che sta facendo dei sacrifici infiniti per mantenere la categoria.

Ecco, la Juve Stabia merita la categoria ma la Citta’ merita la Juve Stabia?

Ricordiamo che le vespe, oltre agli anni dolci della Serie B, sono la classica squadra di Serie C, insomma lo recita la storia non chi vi sta scrivendo questo articolo.  Numeri da promozione o Terza categoria, con soli 40 biglietti venduti. Siamo sicuri che la citta’ vuole bene alla Juve Stabia? Che cosa potra’ fare la societa’ senza aiuti, senza entrate? A queste domande purtroppo non possiamo dare una risposta ma la sensazione e’ che se si continua su questa strada nel futuro non potra’ nascere mai niente di positivo.

Onore ai presenti, onore a chi vuole bene alla Juve Stabia, onore a Franco Manniello che nonostante tutto ha offerto ancora una volta un team che grazie al lavoro della dirigenza in questa estate sta divertendo e regalando un sorriso .

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi