Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

I ragazzi di mister Nunzio Zavettieri sono matematicamente salvi, la Juve Stabia trova un filotto di risultati utili niente male che fa sognare ai tifosi una chiusura alla grande.

Fondamentale la voglia di vincerla che ha superato quella della Lupa Castelli Romani, difesa da rivedere ma nel complesso grande vittoria.

Al “Romeo Menti” di Castellammare di Stabia si affrontano 2 squadre in periodi totalmente opposti, da un lato la Juve Stabia di Nunzio Zavettieri in netta ripresa e reduce da alcune convincenti prove di cuore, dall’altro una Lupa Castelli Romani già retrocessa matematicamente in serie D, ma nonostante questo reduce da una vittoria contro il Martina Franca.

La Juve Stabia punta a chiudere il discorso salvezza e quale migliore occasione di mettere a sedere ogni incubo contro il fanalino di coda del girone?

La gara inizia in discesa per le vespe che trovano il goal con Francesco Nicastro dopo appena 2 minuti di gioco, agilissimo l’esterno stabiese a depositare nel sacco uno splendido cross di Contessa. La Lupa però non molla e al 9′ minuto trova un pareggio incredibile, a segnare è Prutsch che tutto solo a porta sguarnita non può sbagliare: il cross infatti gli perviene dalla bandierina e la difesa stabiese totalmente distratta concede il gol.

La Lupa Castelli trova al 19′ una rete che ha dell’incredibile, difesa della Juve Stabia ancora da rivedere; infatti la retroguardia di casa che al momento della verticalizzazione era troppo alta…si trova clamorosamente messa a ferro e fuoco, e Morbidelli a tu per tu con Russo non può davvero sbagliare.

 

Juve Stabia che si smarrisce e trova due miracoli del portiere ospite nel giro di 2 minuti, Lupa Castelli che sembra davvero in palla, senza dubbio la migliore prova degli ospiti in trasferta fino a quel momento. Il primo tempo si chiude con il risultato di 1-2.

Secondo tempo che inizia nel segno delle vespe che provano a mettere subito in chiaro le cose. Il gol del pareggio però arriva solo al 68′,e porta la firma di Kenneth Obodo abile a ribadire in rete con uno splendido colpo di testa un cross maturato da un calcio d’angolo.

I romani iniziano a barcollare e a perdere fiducia e spirito,la Juve Stabia fa male e trova il gol della rimonta al 74′ con Diop, che trova il centro di testa; degno di nota un altro splendido assist di Contessa, veramente ispirato. La Juve Stabia si scalda e il “Menti” segue le orme dei propri ragazzi, le emozioni non finiscono perchè la firma finale del 4-2 è di Nicastro che scarica un micidiale sinistro, questo gol significa doppia cifra per lui.

Il triplice fischio dell’arbitro sancisce la fine del match,e anche la fine degli incubi per la Juve Stabia e per i propri tifosi, perchè questa vittoria significa salvezza e dunque ultime 2 gare di tranquillità. Da segnalare una prova straordinaria per Nicastro e per Contessa. Un finale di stagione che tuttavia lascia ben sperare in vista del prossimo anno e carattere che con qualche limatura potrebbe trasformarsi in mentalità vincente. La squadra targata Francesco Manniello nelle ultime partite ha espresso un gioco rapido e abbastanza prolifico, anche se una solidità difensiva discutibile (vera macchia della stagione).

Si guarda alla trasferta di Monopoli dove la squadra allenata da Zavettieri vorrà fare bene per tenere morale e concentrazione alta in vista della sfida finale contro il Foggia, squadra che invece ha ancora tutto da perdere o da guadagnare.

(Foto: Juve Stabia Nel Cuore)
Print Friendly, PDF & Email

Scrivi