Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

L’inizio della nuova stagione è alle porte ed il clima in casa Lazio è in fermento. Mercato Lazio, ecco cosa bolle in pentola

Mercato Lazio non ancora partito. Il patron Claudio Lotito vive un periodo non felicissimo dovuto alle inchieste per le presunte combine di alcune gare dello scorso  campionato cadetto che vedrebbero anche lui nella lista degli indagati (anche se lui smentisce qualsivoglia coinvolgimento).

Nonostante tutto, la nuova Lazio non ha tempo da perdere e va subito puntellata con acquisti di spessore se si vuole davvero centrare l’obiettivo dell’ingresso in Champions League.

Finora i nomi accostati alla maglia biancoceleste sono stati molteplici, ma per nessuno di questi è stata intavolata una vera trattativa e messo il fatidico “nero su bianco” su un contratto di ingaggio. In effetti, la fase del mercato estivo ha aperto le porte da solo 24 ore ma la dirigenza ha l’obbligo di consegnare una rosa competitiva al tecnico Pioli visto, che la stagione 2015/2016 inizierà tra una settimana con il ritiro di Auronzo di Cadore e sarà subito caratterizzata da impegni da non sbagliare assolutamente se non si vuole gettare alle ortiche quanto di buono fatto nello scorso campionato.

Ma cosa serve alla Lazio? In molti si chiedono, quali siano i reali innesti di cui la squadra ha bisogno. I nodi principali restano legati alle situazioni di Radu e Biglia. Il difensore rumeno non vuole rinnovare e vorrebbe provare una nuova esperienza dopo tanti anni in biancoceleste. Walter Zenga, neo tecnico della Sampdoria, continua nella sua opera di corteggiamento del duttile difensore laziale ma la trattativa stenta ancora a decollare. Tuttavia come già scritto nei giorni scorsi, il DS Tare ha posato lo sguardo su Eder, vecchio pallino di Pioli, valutato non meno di 10 mln dalla Samp e Radu potrebbe essere usato come pedina di scambio per abbassare le pretese dei blucerchiati. La partenza del rumeno sulla sinistra, unita ad una possibile cessione di Lulic (sirene inglesi per lui), lascerebbero sguarnita la fascia con il solo Braafheid, allo stato attuale svincolato anche se in odore di rinnovo, pertanto la società sta pensando già agli eventuali sostituti. Il primo è sicuramente Willlems, 21enne terzino del PSV, gran corsa e ottimo mancino il suo, mentre nelle ultime ore si fa calda la pista di Sabelli, esterno sinistro del Bari, reduce dall’Europeo con la Nazionale italiana Under 21 ed Hertaux dell’Udinese, difensore che ha già diverse squadre di A pronte ad accaparrarselo. Di sicuro nei prossimi giorni qualcosa si muoverà.

Passando al centrocampo, Biglia sembra allontanarsi sempre più dalla Lazio del resto il Real Madrid non è una squadra alla quale è facile dire di no e per il 29enne regista argentino l’occasione potrebbe non ripresentarsi più. Resta comunque una trattativa delicata perché Lotito non ha certamente intenzione di calare la valutazione del suo gioiello vista le ottime prestazioni offerte alla Lazio lo scorso anno. Se Biglia dovesse partire sono comunque al vaglio diverse soluzioni per rimpiazzarlo. In casa un regista (e che regista!) già c’è ovvero Cataldi ma anche se il ragazzo ha dimostrato il suo valore in più di un’occasione, è chiaro che in uno scenario di 3 competizioni, c’è bisogno di almeno un altro centrocampista, visto che anche Ledesma si è svincolato dopo 9 anni di maglia biancoceleste. Tre finora i nomi più acclamati per rimpiazzare  Biglia: Jordy Clasie, metronomo del Feyenoord, Tino Costa dello Spartak Mosca, lo scorso anno in prestito al Genoa e Augusto Fernandez, 29enne jolly di centrocampo del Celta Vigo, in passato più volte accostato alla Lazio.

Infine, qualcosa andrà fatto anche in attacco. Klose e Djordjevic non si discutono ma non bastano solo loro in una stagione così impegnativa. Detto di Eder, ritorna in auge la solita trattativa che da 3 anni è sempre presente in ogni sessione di mercato ovvero quella che porta la Lazio sulle tracce del turco Burak Yilmaz per il quale si è già parlato di un’offerta di 9 milioni presentata al Galatasaray. In alternativa resta in piedi la pista suggestiva che porta al ritorno in Italia di Pato (8 milioni per assicurarselo) oltre agli outsider, Pazzini e Borini, quest’ultimo in cima alla lista dei desideri del tecnico Pioli che vorrebbe un attaccante esterno.

Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x