Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

L’Aberdeen perde la prima partita di questa stagione contro l’Inverness, che vince la seconda gara di questo campionato. Dello scivolone dell’Aberdeen non ne approfitta il Celtic, fermato in casa dall’Hearts

SCOZIA – La sorpresa di questa nona giornata della Premiership Scozzese è che, dopo otto successi di fila, la capolista Aberdeen conosce la sconfitta per mano dell’Inverness, a segno con Storey all’8’ e Christie al 29’. Di Taylor al 35’ il gol della capolista Aberdeen, che non riesce a rimontare un Inverness rimasto in dieci per l’espulsione di Christie nel secondo tempo. Dopo questa sconfitta l’Aberdeen continua a comandare con 4 punti di vantaggio sui rivali del Celtic.

Celtic che non va oltre il pareggio senza reti contro l’Hearts in uno scontro d’alta classifica. Anche se il Celtic per tecnica è messa sicuramente meglio dei rivali, la neo-promossa Hearts ha tenuto bene il campo ottenendo un punto dopo le dieci sconfitte di fila negli ultimi dieci incontri. Il Celtic ha terminato la partita in dieci per l’espulsione di Ambrose per doppia ammonizione.

Vittorie casalinghe per 2-1 per il Motherwell sul Partick Thistle (autorete di Frans al 22’ e di McDonald al 69’ per il Motherwell, Amoo al 78’ per il Partick) e del St. Johnstone sul Dundee Utd. (Cummins al 63’ e Lappin all’80’ per il St. Johnston, Mckay al 24’ su rigore per lo United).

Infine pareggio tra Dundee e Ross County, che hanno diviso sei gol in una partita emozionante. All’intervallo il Ross County conduceva per 3-1 grazie alle reti di Boyce (19’), l’autogol di McPake (37’) e Gardyne (43’) dopo il momentaneo pareggio di Stewart (20’), ma l’espulsione del capitano Andrew Davies per fallo in area su McPake ha dato l’occasione al Dundee di pareggiare l’incontro grazie alla doppietta di Loy al 54’ su rigore e al gol di Paul McGinn al 69’.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi