XXVI StraDugenta, 10km sulle strade della città del vino

Dugenta (BN) –  La città del Sannio è stata teatro di un evento straordinario grazie all’impegno del patron Armando D’Abbruzzo e del suo staff Atletica Dugenta. La XXVI edizione di questa affascinante edizione con egida OPES Italia ha consolidato il programma sportivo e quelli dell’accoglienza e della cordialità.

Nel cast affollato formato da partecipanti e pubblico il primo cittadino Clemente di Cerbo e il campione di pugilato Clemente Russo; l’eccezionalità li ha premiati “con dieci in pagella” per aver indossato con armonia per l’occasione gli abiti della normalità.

Punti Chiave Articolo

XXVI StraDugenta, la gara

La gara è stata valida per il “Campionato Nazionale Donatori di Sangue” della Fratres, il percorso tecnico per i suoi saliscendi si è articolato su due giri, presentando in più punti validi musicisti che hanno intonato note di successi contribuendo al prestigio del StraDugenta kermesse supportata della locale Pro Loco e altre realtà associative del territorio.

La cronaca della gara articolata su dieci chilometri racconta un “Podismo Insieme” che ha avuto inizio alle ore 18.00 con temperatura superiore alla media e che ha offerto uno spettacolo agonistico e tecnico per i continui scambi di posizione già dalle prime battute.

Alla fine a primeggiare su tutti è stato Francesco Feola portacolori della Tifata Runners Caserta  la vittoria è stata festeggiata con il tempo finale di 34’28”, alle spalle del primo assoluto con sette minuti di distacco giunge al traguardo Gennaro Betti della Atletica Riardo. Giuseppe Cecere (Caivano Runners) celebra il terzo gradino del podio in 34’52”

Nella competizione femminile Francesca Palomba “Caivano Runners” ha dominato la gara in rosa con uno scenografico assolo ha chiuso la distanza con il crono di 38’01”. Serrata battaglia per il secondo e terzo gradino; ad eccellere Teresa Stellato 39’52” (Atl. Marcianise) ed Elena Popa 41’32” (Atl. Saviano).

La StraDugenta 2024 e state un motivo di festa sul palco per la Road Runners Maddaloni del presidente Michele Campolattano per avere vinto la classifica di società.

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

La Premier Meloni condanna l’attentato a Trump

Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni ha espresso solidarietà per i gravi fatti degli Stati Uniti con l'attentato a Donald Trump. Il Post social di...

Il Pomigliano Jazz 2024 apre con Gonzalo Rubalcada Trio

Il famoso pianista jazz cubano Gonzalo Rubalcada apre la 29° edizione del Pomigliano jazz

Detti napoletani: “‘E chiacchiere s’ ‘e pporta ‘o viento; ‘e maccarune jengheno ‘a panza”

‘E chiacchiere s' ‘e pporta ‘o viento; ‘e maccarune jengheno ‘a panza." (letteralmente "Le chiacchiere se le porta il vento; i maccheroni riempiono la pancia"). più che mai rilevante e attuale

L’avventuriero novellino di Ossan… – L’angolo del nerd e dell’Otaku

Rick Gladiator è deciso a diventare un avventuriero, cosi quel che sosti. Per questo si è allenato intensamente per due anni. Ma Rick ha un problema: ha trentadue anni. Questo rende scettiche le persona intorno a lui. Questo perché il potere magico, alla base anche della forza fisica, man mano che si avanza di età è sempre più difficile da incrementare. Ed infatti viene spesso deriso e sottovalutato per questo. Tuttavia Rick ha un segreto: nei suoi due anni di allenamento è stato seguito dal team più forte dell'intero continente, Orichalcon Fist, composto da avventurieri di classe S, tutti in grado di spazzare via intere armate. 

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA