Accedi
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
Home

“Juve, vogliamo batterti”. È questo il messaggio chiaro e preciso di Paulo Sousa alla vigilia della gara più attesa dell’anno, a Firenze.

“Ho avuto un calo mentale”

Provate a chiedere ad un tifoso fiorentino di scegliere tra un indimenticabile week-end romantico con la propria dolce metà ed una vittoria nella partita contro la Juventus. Opterà per la seconda ipotesi. O, quantomeno, andrà in nettissima difficoltà. Perché Fiorentina contro Juventus, a Firenze, significa la gara dell’anno. Nel caso di questa sera, vorrebbe dire dire ritrovare serenità e felicità in un periodo certamente non semplice. A partire dal mister, come onestamente ammesso dallo stesso Paulo Sousa in conferenza stampa: “Ho accusato un calo mentale. Ma l’ho superato cercando di spindere al massimo i miei ragazzi. Nele mie vene, sin da piccolo, ho sempre vinto. E voglio sempre vincere, anche rischiando delle fratture interne. Arrivi in un momento in cui sei vuoto di energie e devi saperti gestire al meglio. In futuro lo farò“. Battere la Juve per Sousa siginificherebbe staccarsi definitivamente quell’etichetta bianconera che alcuni tifosi viola ancora gli vedono appiccicata addosso.

“La Juve ha una cultura vincente”

A Firenze si vuol fare di tutto per evitare che la Vecchia Signora possa festeggiare il 1uinto scudetto consecutivo già in questo turno. Non sarà facile, considerata la grandezza della squadra di Allegri: “Ha numeri importanti perché è una squadra con una cultura vincente. Affrontano tutti allo stesso modo, si rialzano subito dopo un periodo negativo. Hanno in testa sempre la vittoria“. Per regalare un dispiacere agli acerrimi rivali, servirà una super Fiorentina: “Dovremo comportarci come a Torino, all’andata (2-1 per la Juve, ndr) -afferma Sousa- quando la squadra fu perfetta nelle transizioni difensive e riusciva sempre a venir fuori, anche se pressata. Voglio una Fiorentina ambiziosa e coraggiosa. Servirà la partita perfetta“.

Out Vecino. Spazio a Mati Fernandez

Non ci sarà Matias Vecino. È questa la defezione più importante in vista del posticipo contro i campioni d’Italia in carica e ad un passo dal pokerissimo. Al posto del centrocampista uruguaiano, ci sarà Mati Fernandez. Sarà il cileno, più di Zarate, a far coppia con Ilicic alle spalle di Kalinic, con il conseguente arretramento di Borja Valero sulla linea mediana insieme a Badelj. Ritornerà dal primo minuto Astori, in difesa, e formerà il trio con gli argentini Roncaglia e Gonzalo Rodriguez.

Probabili formazioni:

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Roncaglia, Rodriguez, Astori; Bernardeschi, Badelj, Borja Valero, Marcos Alonso; Mati Fernandez, Ilicic, Kalinic.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Rugani; Cuadrado, Khedira, Hernanes, Pogba, Evra; Morata, Dybala.

Clicca qui ed interagisci su Twitter con l’autore Domenico Aprea

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi