Categorie
Tennis Sport

Coppa Davis – L’Italia batte gli Stati Uniti e vola in semifinale

FacebookTwitterWhatsAppLinkedInMessengerTelegramShare

Coppa Davis – L’Italia batte gli Stati Uniti e vola in semifinale. Ottima prova degli azzurri capitanati da Filippo Volandri. Lorenzo Sonego e il duo formato da Fabio Fognini e Simone Bolelli hanno conquistato un’importantissima vittoria ai danni del team americano.

 

Coppa Davis – L’Italia batte gli Stati Uniti

 

Le pesanti assenze di Jannik Sinner e Matteo Berrettini avrebbero potuto fermare chiunque; non un gruppo che ha dimostrato di possedere una voglio fuori dal comune di fare la storia. A sostituire l’altoatesino e il romano è stata una delle migliori versioni di Lorenzo Sonego. Il piemontese ha disputato un grandissimo incontro e ha sconfitto con il punteggio di 6-3, 7-6( 7).

 

Nella prima frazione di gioco, l’azzurro ha imposto il suo ritmo agli scambi e nel sesto game ha strappato la battuta a Frances Tiafoe a zero. L’unico brivido è arrivato proprio nel gioco successivo, ma Sonego è stato bravo a cancellare una pericolosa palla break con un provvidenziale servizio vincente.

 

Nel secondo parziale, Tiafoe ha alzato il livello e, dopo una serie di game interlocutori, si è procurato due palle per portare il match al set decisivo. Sonego ha annullato con coraggio due set point e nel tie-break si è portato con merito sul 6-4. L’americano non ha mollato, si è salvato e ha avuto un terzo set point. Ancora una volta il servizio ha dato una mano a Sonego, che non ha più tremato e ha portato a casa i successivi tre punti e il match.

 

Fritz batte Musetti. Fognini/Bolelli fanno sognare gli azzurri

 

Lorenzo Musetti non è riuscito a chiudere anzitempo la sfida e si è arreso in due set a un Taylor Frtiz in grande spolvero. Il talento di Carrara non ha per niente sfigurato e ha fatto partita pari con uno dei giocatori del momento. Fritz, reduce dalle semifinali conquistate alle ATP Finals, ha messo in campo tutta la sua esperienza e ha portato dalla sua parte i punti importanti del match.

 

Lo statunitense non ha concesso occasioni al suo rivale, ma ha rischiato seriamente di perdere il tie-break del primo set. Solo un esplosivo e preciso servizio ha impedito a Musetti di portarsi in vantaggio. L’occasione per l’italiano nel secondo parziale si è palesata nel primo turno di battuta di Frtiz, che però ha recuperato dallo 0-40 e attivato il pilota automatico. L’americano, passato il momento difficile, ha gestito la partita alla perfezione e ha pareggiato i conti.

 

Ancora una volta, Fabio Fognini e Simone Bolelli non hanno deluso le aspettative. L’esperto duo italiano ha infatti sconfitto con un doppio 6-4 Tommy Paul e Jack Sock e conquistato il punto che permetterà all’Italia di giocarsi le semifinali della più famosa competizione a squadre contro la vincente della sfida tra Germania e Canada.

 

La coppia azzurra è stata impeccabile al servizio e alla sesta chance ha fermato i due americani sul 4-4. Nel secondo set, infine, Fognini e Bolelli hanno saputo gestire con pazienza e attenzione lo sprint attuato dai propri avversari. Dopo aver annullato una palla break nel game inaugurale al servizio, i due hanno messo il turbo e firmato la volata nel settimo gioco.

 

Le parole dei protagonisti

 

“C’era un’atmosfera fantastica, con tanti italiani che mi hanno trascinato fino alla vittoria. Sono stato più aggressivo rispetto alla sfida di Parigi, sia al servizio sia in risposta. Ho servito bene nei punti delicati, anche sui set point che lui ha avuto nel secondo” , ha spiegato Sonego nelle parole raccolte da SuperTennis. “L’esperienza di Parigi è stata davvero utile. Frances lì mi aveva fatto molto male coi primi colpi, dunque ho cercato di essere più aggressivo col servizio, ma poi ho retto bene anche da fondo. Lui se ha il tempo di comandare ha una palla veramente pesante, dunque dovevo evitare di perdere campo e penso di averlo fatto” .

 

Musetti, da parte sua, ha mostrato il suo disappunto per la sconfitta in conferenza stampa. “Taylor ha dimostrato di essere in forma, come già aveva dimostrato la scorsa settimana. Nel primo set ho avuto le mie occasioni e non le ho sfruttate. Ho provato a essere coraggioso e aggressivo, forse ho avuto troppa fretta, ma lui ha meritato di vincere. Al momento è più forte di me. Peccato per il secondo game del secondo set, quando mi ha concesso qualcosa sul suo servizio. Quel diritto che è stato corretto dal nastro sarebbe stato un colpo vincente” .

 

Tanta la gioia negli occhi e nel cuore di Fognini, che ai microfoni di Sky Sport ha rivaleto: “E’ stata dura, sapevamo che sarebbe stata una partita in salita, ancora di più senza Jannik e Matteo. Però, oggi, abbiamo fatto una grande prestazione. Sapevamo che il doppio era decisivo. Ancora una volta, abbiamo risposto presente e difeso i nostro colori” . Bolelli ha infine detto: “Abbiamo disputato un’ottima partita sotto tutti i punti di vista: sia tattico che mentale. Era dura emotivamente. L’Italia ha dimostrato che può sognare e fare bene” .

 

Photo Credit: via Instagram Fabio Fognini

 

Di Antonio Frappola

Nato nel 1996, qualche settimana prima dell’epica vittoria di Pete Sampras contro Boris Becker alle ATP Finals di Hannover. Amo scrivere e raccontare storie, e quella del tennis è la storia più bella mai esistita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *