La favola di Van Rijthoven a ‘s-Hertogenbosch: dalla prima vittoria ATP al primo trofeo in 7 giorni

PUBBLICITA

La favola di Van Rijthoven a ‘s-Hertogenbosch: dalla prima vittoria ATP al primo trofeo in 7 giorni

 

La favola di Van Rijthoven a ‘s-Hertogenbosch: primo titolo in carriera

 

 

Al torneo ATP 250 di ‘s-Hertogenbosch, la scorsa settimana, è stata scritta una delle pagine più belle della storia del tennis. Tim Van Rijthoven, che aveva giocato e perso una sola partita nel circuito maggiore, ha vissuto una settimana da sogno e ha conquistato il primo titolo ATP in carriera battendo Daniil Medvedev in finale con il punteggio di 6-4, 6-1.

 

 

L’olandese non si è limitato a imporre il suo gioco al nuovo numero uno del mondo, ma ha sconfitto giocatori del calibro di Taylor Fritz e Felix Auger-Aliassime, che occupano rispettivamente la quattordicesima e la nona posizione del ranking. Il 25enne di Roosendaal, considerando la classifica( era il numero 250, ndr) , ha partecipato all’evento di casa grazie a una preziosa wild card. Una wild card che gli organizzatori non hanno dovuto rimpiangere e che ha finito per catapultare Van Rijthoven a sole sei posizioni dalla top 100.

 

 

Il tennista classe 1997, prima di sorprendere tutti gli appassionati a ‘s-Hertogenbosch, non aveva raggiunto importanti risultati nel Tour Challenger. Solo a Segovia nel 2021 e a Forlì quest’anno si era spinto fino alla finale, senza però trovare la vittoria. Ma il tennis, come la vita, sa essere imprevedibile e può regalarti delle immense ma inaspettate emozioni.

 

 

Sono numerosi i tennisti che provano a scalare le gerarchie e che compiono un numero cospicuo di sacrifici per potersi procurare tutte le attrezzature necessarie a praticare uno sport “per ricchi” . Tennisti che faticano a pagare i membri del proprio team durante le lunghe trasferte che caratterizzano il Tour. Van Rijthoven ha inoltre dovuto superare delle difficoltà extra a causa dei problemi fisici – con conseguente operazione al braccio destro- e della brusca frenata imposta dalla pandemia da Covid-19 all’economia.

 

 

L’olandese non ha mai mollato e, passo dopo passo, ha provato a costruire le basi di un sogno che sembrava ormai sulla via del tramonto. Van Rijthoven ha sfruttato senza esitazioni la seconda occasione tra i “grandi” e cercherà ora di raccogliere i frutti di un successo dal sapore speciale.

 

Anche Medvedev esalta l’impresa di Van Rijthoven

 

 

“Questa settimana è stata un sogno. Devo ringraziare l’organizzazione per avermi invitato, altrimenti adesso sarei stato in Gran Bretagna a giocare un Challenger. Vincere un torneo ATP significa molto per me; vincerlo in casa significa il mondo. Il supporto è stato incredibile” , ha spiegato l’olandese dopo la vittoria in finale.

 

 

“Non ho mai pensato che avrei potuto vincere il torneo. Volevo battere almeno un giocatore, ma vincere il torneo è stato fantastico. Ringrazio la mia fidanzata e i miei genitori, mi hanno sempre supportato. Anche la Federazione ha sempre creduto in me nei momenti difficili. Sono molto umile e rilassato fuori dal campo” . 

 

 

“Ho superato le sfide del passato perché mi sono circondato delle giuste persone. Mia madre non ha mai smesso di supportarmi. Sono qui e ho vinto il mio primo titolo ATP, sono davvero felice di aver superato tutte le difficoltà. I miei prossimi obiettivi sono vincere un altro torneo e raggiungere la top 100” .

 

 

A rendere ancora più straordinaria la fantastica settimana di Van Rijthoven ci ha pensato la sportività e la capacità di intrattenere il pubblico di Daniil Medvedev. Il russo, che potrà  comunque dare vita al suo secondo mandato sulla vetta del ranking, ha speso parole di grande ammirazione nei confronti del rivale che gli ha impedito di sollevare al cielo il trofeo a ‘s-Hertogenbosch.

 

 

“Congratulazioni a Tim per l’ottima settimana. Distruggere il numero due al mondo alla prima finale in carriera deve essere qualcosa di veramente spettacolare. Non so quello che stai provando, ma deve essere una bella sensazione. Continua così. Ti ricordo dai tempi dei tornei giovanili, hai talento. Ora devi fare più partite e più tornei come questo” , ha dichiarato Medvedev durante la premiazione finale.

 

 

Photo Credit: via Instagram Van Rijthoven

PUBBLICITA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

LEGGI ANCHE

STORIE DI LIBRAI: Libreria Libertà di Torre Annunziata, crocevia di cultura e incontri

La Libreria Libertà Erboristeria e BioBar Asperula si conferma un punto di riferimento essenziale per la vita culturale della città di Torre Annunziata, fungendo da catalizzatore per incontri significativi e scambi culturali che arricchiscono la comunità locale.

Podismo a Villa Literno III Memorial Tonino Andreozzi

Villa Literno - III Memorial Tonino Andreozzi - Alloro per Betti e Lamula

Angri Pallacanestro finisce la stagione

Angri Pallacanestro il focus che va a chiudere la stagione 2023-2024 Termina la grande stagione dell’Angri Pallacanestro. I ragazzi di coach Francesco Chiavazzo non riescono...

La sicurezza nel mondo del 5G

Nell'era digitale odierna, un'innovazione rivoluzionaria sta rimodellando il panorama della comunicazione globale, promettendo di accelerare la nostra transizione verso un futuro interconnesso: la tecnologia 5G.

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA