Registrati

Ti sarà inviata una password per E-mail

Una prima giornata scoppiettante agli US Open, con molte sorprese e match più lottati del solito.

Gli US Open 2017 si aprono con la conferma di due giocatori considerati tra i favoriti.

Alexander Zverev e Marin Cilic, si sono infatti imposti nei loro match di primo turno.

I due top ten però hanno dovuto sudare più del solito.

Marin Cilic ha lasciato andare via un set per terminare la pratica Sandgren, chiudendo con il punteggio di 6-4 6-3 3-6 6-3.

Un match non molto convincente da parte del finalista di Wimbledon, con molti errori al diritto e una percentuale di prime al servizio non esaustiva.

Considerando però l’infortunio appena lasciatosi alle spalle, il croato può trarre dei segnali positivi dal match d’apertura del torneo.

Nella nottata invece Alex Zverev non ha ceduto set al giocatore delle Barbados King.

Una partita che si è chiusa 7-6 7-5 6-4, ma che avrebbe benissimo potuto continuare minimo al quarto parziale.

Un tedesco che ha giocato una discreta partita e si è trovato difronte una vera e propria sorpresa, in quanto King ha tenuto altissimo il livello del gioco.

Il giocatore delle Barbados ha da recriminare nel primo set un vantaggio di 3-1 40-15, e successivamente alcuni set point nel tie-break finale, di cui uno anche col servizio a favore.

Bene nel circuito maschile anche Isner, Tsonga, Shapovalov, Pouille e Ramos.

Sorprese e eliminazioni invece per Khachanov, Ferrer e Sock, sconfitti rispettivamente da  Lu, Kukushkin e Thompson.

In campo femminile abbiamo assistito a una delle più belle partite dell’anno, per gioco ed emozioni.

Maria Sharapova ha infatti trionfato al suo primo match in uno slam quest’anno, vittima la Halep.

Se ti chiami Simona Halep e stai giocando per diventare numero uno al mondo, allora preoccupati.

La rumena è stata sfortunata a pescare la giocatrice più ostica possibile, ma ha dimostrato comunque di  non avere personalità, giocando un match che la russa ha sempre avuto tra le mani.

I meriti però, sono di Maria, poichè in linea di massima la Halep ha giocato un buon match.

La Sharapova ha piazzato ben 60 vincenti, a fronte di 64 errori.

La partita si è chiusa per 6-4 4-6 6-3 in due ore e 46 minuti, una vera e propria battaglia dove è stata la testa a fare la differenza.

Molto emozionanti a fine partita sono le lacrime della reduce dalla squalifica per doping, con il pubblico che l’ha sempre spinta e motivata durante l’incontro.

La sfida al numero uno potrebbe comunque giovare Halep, nel caso le sue contendenti non raggiungessero l’obiettivo.

Nelle altre partite, bene Muguruza e V.Williams, che hanno sconfitto Lepchenko e Kuzmova.

La spagnola favorita per il torneo ha impiegato poco più di un’ora per far fuori l’americana.

Venere invece, per sconfiggere la Kuzmova, è dovuta arrivare al terzo set, chiudendo 6-3 3-6 6-2.

Una partita che è stata sempre nelle mani della Williams, che ha però avuto un passaggio a vuoto nel secondo parziale, ma è stata brava a riprendere poi a giocare nel terzo.

La sorpresa della prima giornata a Flushing Meadows è stata però la sconfitta di Johanna Konta.

La numero 7 al mondo è stata vittima di una rimonta da parte della serba Krunic.

Un incontro lottato fino all’ultimo punto e durato più di due ore, con il punteggio finale di 4-6 6-3 6-4.

Insieme a Halep, esce dal torneo un’altra favorita.

Giornata ottima per gli italiani del circuito maschile, pessima invece per le donne.

Il bilancio degli italiani al primo turno fin’ora è ottimo.

Paolo Lorenzi ha trionfato in quattro set contro il portoghese Sousa, con il punteggio di 4-6 6-3 7-6 6-2.

Thomas Fabbiano ha sconfitto sempre in quattro l’australiano Smith, concludendo 7-6  6-4 3-6 7-6.

Male invece le ragazze, con due pesanti sconfitte in due set sono uscite dal torneo Giorgi e Vinci.

La Giorgi ha perso 6-3 6-4 con Rybarikova, in un match dove ha vinto meno della metà dei punti con la prima.

Probabilmente l’italiana aveva anche qualche problema fisico, che scopriremo poi nei prossimi giorni.

Tutt’altra storia invece per Robertina Vinci.

La finalista dello US Open  2015 è stata sconfitta dall’americana Stephens, col punteggio di 7-5 6-1.

Un match equilibrato solo nel primo set, con tanti rimpianti per Vinci che ha sprecato un elevato numero di break point.

Il tennis continua stasera con Federer e Nadal pronti a dire la loro.

Buon Us Open a tutti.

Fonte immagine principale : Google Immagini

Print Friendly, PDF & Email

A proposito dell'autore

San Gennaro Vesuviano, Napoli

19 anni, ex giocatore di tennis e amante di Federer. Tifoso dell'inter e seguo la maggiorparte degli sport, dal motociclismo al basket. Credo che nonostante la mia passione per un giocatore, la mia bravura sta nell'apprezzare le qualità di ogni singolo giocatore. Fissa un obiettivo, raggiungilo. Questo è il mio motto.

Scrivi