Register
A password will be e-mailed to you.

L’affascinante città di Valencia sorprende per la sua storia, l’arte, lo shopping, la gastronomia. Un’offerta culturale e di svago a 360° capace di intrattenere chi la visita anche per settimane. Tuttavia, se il tempo che avete a disposizione si riduce a soli tre giorni o un weekend, potete optare per un percorso ridotto che vi permetterà di ottenere il massimo dal vostro mini-viaggio nella città spagnola.

Valencia: a spasso per il centro storico

Racchiude i principali monumenti storici della città e alcuni luoghi cult imperdibili. Tra queste la Cattedrale nel cuore della Ciutat Vella che all’interno ospita un vero e proprio museo. In una delle sue sale è custodito il calice del (presunto) Santo Graal. Integrata alla Cattedrale, la torre del Miguelete: salite i suoi 207 scalini per avere una panoramica completa della città. Nello stesso spazio monumentale (Plaça de la Virgen) sorge la Basilica della Vergine degli Abbandonati (Virgen de los Desamparados) e la Chiesa di Santa Catalina, uno degli edifici religiosi più antichi di Valencia.

Nel centro storico della città merita una capatina la Lonja de la Seda, una costruzione imponente, che risale al XIV secolo, dal 1996 patrimonio dell’UNESCO.

Immancabile una visita al Mercato Centrale, dove oltre a degustare diverse prelibatezze gastronomiche, potrete ammirare una struttura splendida, in stile modernista catalano.

A pochi minuti a piedi dal Mercato si trova la “Plaza del Ayuntamiento” e la “Plaza de Toros” che nel mese di marzo si convertono nel cuore di una delle feste più popolari della città. Las Fallas a Valencia è un festival che accoglie la primavera e celebra anche San Giuseppe, una manifestazione che viene programmata al dettaglio durante l’anno nei vari quartieri della città e che racchiude il cuore della cultura valenciana.

La città delle Arti e delle Scienze ed i giardini del Turia

Il magnifico complesso architettonico costruito da Calatrava merita una visita obbligatoria e rientra di diritto nel piano “cosa vedere a valencia in 3 giorni”. La prima tappa dell’immensa Città delle Arti e delle Scienze è l’Oceanografico, soprattutto se viaggiate con bambini, ed il Museo delle Scienze Principe Felipe di Valencia. Tra le sue attrazioni principali, la riproduzione gigante di oltre 30 metri del pendolo di Foucault. Le due strutture sono attraversate dai “Giardini del Turia”, polmone verde della città, costruiti sul letto dell’antico fiume.

Mare, Spiagge e altro…

Che sia estate o inverno è sempre piacevole una passeggiata lungo il mare che, a Valencia, è favorita dal clima mite che caratterizza la città anche durante la stagione fredda. La spiaggia della Malvarrosa è la più nota della città. Tutto il lungomare ha una bellissima passeggiata, in cui troverete molti bar e ristoranti, occasione perfetta per provare l’autentica paella valenciana.

Se volete un’alternativa alla spiaggia o se magari il tempo non vi accompagna, dirigetevi verso il Barrio del Carmen, il più animato della città e quello che racchiude molte tracce della cultura spagnola dell’ultimo secolo. Un quartiere fatto di piccole strade disseminate di ristorantini, bar e locali in cui potrete sorseggiare un’ottima Agua de Valencia.

Il Barrio del Carmen custodisce inoltre un Centro Culturale che oltre a meritare una visita per la sua bellezza storica, ospita esposizioni di artisti dell’epoca contemporanea. Occhio ai graffiti e murales che colorano le sue mura: il Barrio del Carmen è un vero paradiso della Street Art.

Se non sai cosa fare a Valencia e ti chiedi quale sia l’offerta di tempo libero ti consigliamo di accedere al sito web di VisitValencia.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi