Sant’Agnello, i misteri di Villa Nicolini

“È il luogo più bello di Sant’Agnello, Piazzetta Marinella. Da questa terrazza, a picco sul mare ed incastonata nel tufo, tutto l’incanto della Penisola sorrentina e della maestosa e neoclassica Villa Nicolini, “La villa dei fantasmi”. Vox populi, la riteneva, infatti, abitata da spiriti, e da maledizioni a chi l’acquistava, e che nelle notti senza luna, alcuni fantasmi pare si aggirassero nel giardino. Su questa storia, nel 2006 fu scritto anche un libro: “Il mistero della casa affacciata sul mare” – N.Longobardi editore.”

Villa Nicolini: Maledizioni? Coincidenze? O cosa?

Il ciclotour di Enzo Longobardi, autore della rubrica “In bici nel tempo” questa volta ci porta a Sant’Agnello dove tra le tante meraviglie del piccolo centro della costiera sorrentina primeggia Villa Nicolini. Si tratta di una villa edificata nel 1920 dallo scultore di origine palermitana Giovanni Nicolini.

Intorno alla metà del XX secolo la proprietà fu ceduta da Nicolini a terzi.  Furono i padri Cappuccini ad abitarla per un periodo ovvero fino a quando vennero mandati via dal Comune. Si narra che essi, prima di lasciare la Villa, lanciarono un potente sortilegio contro chiunque avesse acquistato la Villa.

Ad acquistarla fu la famiglia Parlato. Si narra che la padrona di casa, desiderosa di ristrutturare lo splendido giardino che arricchisce la Villa, chiese ai capomastri di spostare la statua di San Francesco posta al suo interno. Di lì a poco, la donna morì.  Ad alimentare la leggenda della maledizione è anche un affresco che decora una strana stanza della Villa. Si tratta di una stanza circolare, priva di finestre, decorata con delle “mani aperte” che nel mondo arabo, pare rappresentino la morte.

Dopo il 2012 la villa fu venduta all’asta. Ad acquistarla fu il magnate russo Jorgy Banjamov. Il facoltoso imprenditore, fortunatamente non ebbe la stessa sorte della signora Parlato, ma pochi anni fu arrestato per bancarotta. 

La Villa, naturalmente, è da sempre oggetto di prova di coraggio da parte dei ragazzini del luogo. Entrare di nascosto nella Villa maledetta, sfidando la paura, è motivo di gran vanto.

Ad averne descritto la bellezza del luogo è anche lo scrittore Franco Gargiulo con il libro “Il mistero della casa affacciata sul mare edito da Longobardi editore (disponibile anche su Amazon, clicca qui).

Nello stesso Rione Cappuccini anche la bellissima Villa di proprietà del romanziere Francis Marion Crawford (1854-1909).

.

SEGUI LA RUBRICA “IN BICI NEL TEMPO” PER SCOPRIRE TANTE CURIOSITA’ SUI LUOGHI PIU’ BELLI DELLA CAMPANIA

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

PUBBLICITA

LEGGI ANCHE

Napoli, clamorose dichiarazioni dell’agente di Kvaratskhelia

L'avventura di Antonio Conte al Napoli inizia in salita con problemi che sorgono ancor prima del suo insediamento sulla panchina azzurra: dopo la grana...

Napoli: no allo sfruttamento di cavalli

Napoli ha messo in atto norme più severe per salvaguardare i cavalli durante specialmente il periodo estivo.

Padova scelto il nuovo allenatore

Padova la società ha annunciato il nome del nuovo allenatore Il comunicato stampa ufficiale Calcio Padova comunica che è stato raggiunto l’accordo con Matteo Andreoletti, che...

Morto il regista Armando Pugliese

Si è spento oggi, all'età di 76 anni, Armando Pugliese, figura di spicco del teatro italiano. Nato a Napoli il 22 settembre 1947, Pugliese ha segnato profondamente il panorama teatrale con le sue innovative regie e la sua capacità di avvicinare il pubblico al palcoscenico.

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA