14 settembre, ore 11,36. A un mese esatto dal crollo del ponte Morandi la città di Genova si fermerà per un minuto in ricordo delle 43 vittime.
Sarà un minuto di silenzio carico di significato, un piccolo ma significativo tributo a chi ha perduto la vita a causa di una tragedia assurda.

 Sospese tutte le attività e ammainate le bandiere

Verranno sospese tutte le attività e ammainate le bandiere; ma suoneranno le sirene nel porto e le campane delle chiese per testimoniare che la città non è ferma ma è già ripartita. L’iniziativa è stata organizzata dalla Regione e dal Comune.
Embed from Getty Images

Nel pomeriggio manifestazione in piazza De Ferrari

Nel pomeriggio in piazza De Ferrari, nel cuore della città, è prevista una manifestazione della cittadinanza. Sarà anche celebrata una messa solenne in suffragio nella cattedrale di San Lorenzo.

In piazza i protagonisti di quei giorni

In piazza ci saranno tutti i protagonisti di quei giorni. Volontari e vigili del fuoco, Protezione Civile e semplici cittadini che si sono adoperati per mitigare le sofferenze della città, insieme agli sfollati che ancora soffrono per la privazione della loro casa. Molti artisti da Tullio Solenghi a Luca Bizzarri, ma anche il teatro Carlo Felice con la sua musica, daranno il loro contributo.

Embed from Getty Images
Fonte: comune.genova.it
Print Friendly, PDF & Email