Gianni Sasso detentore del record del mondo di maratona con le stampelle all’International Sport Film Festival

PUBBLICITA

Seconda giornata dell’International Sport Film Festival, la rassegna cinematografica organizzato da Pragma, con la direzione artistica di Nicola D’Auria e Ciro Sorrentino,  realizzata con il contributo della Regione Campania e della Film Commission Regione Campania.

Gli studenti che hanno preso parte questa mattina alle proiezioni delle opere in concorso accuratamente selezionate dalla giuria tecnica tra le 138 in concorso, hanno avuto modo di incontrare Gianni Sasso, atleta ischitano paralimpico, protagonista ai Giochi di Rio de Janeiro nel 2016 come triatleta e detentore del record del mondo di maratona con le stampelle.

Gianni Sasso all’International Sport FIlm Festival 2023

Ai ragazzi presenti in sala Sasso ha raccontato la sua storia, quando appena 16enne come tanti in sala, a seguito di un incidente, gli fu amputata una gamba. Il suo sogno, quello di diventare un calciatore, sembrava essere infranto. Come poter pensare di giocare a calcio con una gamba sola?

Eppure Gianni ha dimostrato prima a se stesso e poi a tutti gli altri che tentavano di scoraggiarlo nell’inseguire il suo sogno che il solo pensare di poter fare qualcosa, significa essere già a metà strada – concetto che ha ribadito più volte questa mattina agli studenti presenti in sala motivandoli a non abbandonare mai le proprie aspirazioni, ad affrontare la salita talora dovuta soltanto alle persone che ci dicono che ciò che abbiamo in mente è un sogno difficile o addirittura impossibile da realizzare.

Gianni Sasso

Sasso non solo ha giocato a calcio, imparando prima a correre con le stampelle (cosa niente affatto semplice perchè le mani, all’inizio gli sanguinavano, per il peso da sopportare e la forza da imprimere per avanzare), ma è arrivato a giocare i Mondiali con la Nazionale amputati. E’ stato dirigente di una squadra di calcio a 5 semiprofessionista e capocannoniere della Nazionale di Calcio Amputati.

Gianni Sasso
Gianni Sasso alla Maratona di New York. Guarda il video

Alla maratona di Amsterdam ha realizzato il record del mondo della maratona con stampelle tagliando il traguardo con un tempo di 4 ore e 28 minuti.

Si è poi avvicinato al Paratriathlon nel 2014, ottenendo grandi consensi: agli Europei di Alanya (Turchia) del 2013 ha ottenuto un terzo posto e alla Coppa del Mondo del 2014, in Canada ha calcato il gradino più alto del podio. Nel 2016 ha partecipato alle paralimpiadi di Rio.

Gianni Sasso

Gianni Sasso che domenica prossima parteciperà alla Maratona di Firenze, con la sua forza ed il suo ardore ha stupito e coinvolto tutti i ragazzi presenti in sala che, timorosi, inizialmente non hanno avuto il coraggio di far domande; poi, sollecitati dallo stesso Sasso, hanno esaudito tutte le loro curiosità.

– “Quando hai perso la gamba, pensavi davvero di poter ancora giocare a calcio?” – ha chiesto uno degli studenti. “No! Non pensavo affatto che avrei potuto continuare a tirare calci ad un pallone – ha risposto il paratleta ischitano – ma alcune parole mi hanno ferito e al tempo stesso mi hanno dato la spinta, la forza necessaria per provarci. Così provando, sbagliando, riprovandoci e sbagliando ancora, senza mai mollare, mi sono ritrovato nuovamente in campo e in pista. Questo vale nello sport, ma anche nella vita in generale. Anche se farai l’ingegnere, il medico, l’infermiere o il muratore. In tutto quello che farete, ragazzi, se ci metterete il cuore, la passione e la costanza, taglierete sempre un traguardo, il vostro personale traguardo. Credeteci sempre!”  

Gianni Sasso

Ti potrebbe interessare anche: Gianni Sasso, triatleta e calciatore, oltre tutte le barriere – Intervista 

 

 

 

PUBBLICITA
PUBBLICITA

Leggi anche

Napoli, confiscato cantiere abusivo nella Galleria Umberto I

La scoperta nella Galleria Umberto I La polizia di Napoli ha effettuato un controllo in un edificio all'interno della Galleria Umberto I scoprendo lavori non...

È FINALE – La Gevi Napoli Basket batte Reggio Emilia per 87a 78 e vola in Finale

La Gevi Napoli Basket in una incredibile gara, batte Reggio Emilia all’Over-Time per 87 a 78 e si aggiudica l’accesso alla Finale della Frecciarossa Final Eight 2024, se la vedrà con la corazzata Milano, ma c’è grande ottimismo e carica adrenalinica tra gli azzurri e questo è un grandissimo vantaggio

Polisportiva Vico Equense sconfitta per i ragazzi della pallacanestro

Polisportiva Vico Equense i ragazzi del Basket sconfitti in trasferta, il focus dei canali ufficiali della società A San Giorgio arriva l'ennesima sconfitta esterna in...

Sant’Anastasia, 3 bambini sfuggono dal controllo della madre ed incendiano una giostra

L'incidente è avvenuto per gioco Tre bambini di 11, 8 e 3 anni, eludendo la vigilanza della madre, hanno causato un incendio in un parco...

Ultime Notizie

PUBBLICITA