" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Nel giorno dell’Epifania, Giovanni Custodero, portiere di calcio a 5 con la maglia del Fasano, aveva annunciato su Facebook di aver preso un’importante decisione. Giovanni aveva annunciato di ricorrere alla sedazione profonda, un trattamento sanitario al quale un paziente terminale, constatata l’inefficacia di altre terapie, può ricorrere al fine di non provare dolore.

 “Sarò sedato e potrò alleviare il mio malessere” – aveva scritto il 27enne, originario di Pezze di Greco – “Spero di essere stato di aiuto per molte persone. Voglio per l’ultima volta ringraziarvi per ciò che siete stati, siete e sarete sempre: la mia forza”.

“Ho deciso di trascorrere le feste lontano dai social, ma accanto alle persone per me più importanti. Però, ora che le feste sono finite, e con loro anche l’ultimo granello di forza che mi restava, ho deciso che non posso continuare a far prevalere il dolore fisico e la sofferenza su ciò che la sorte ha in serbo per me”

Leggi pure: Giovanni Custodero la scelta del “Guerriero Sorridente”

Così il guerriero sorridente, come era stato soprannominato, si è spento nella notte tra sabato 11 e domenica 12 gennaio, dopo aver lottato contro un sarcoma osseo. Nel corso della sua battaglia Giovanni aveva subito l’amputazione di una gamba, ma non era bastato; il sarcoma non aveva mollato la presa e si era ripresentato aggredendo femori, clavicola sinistra e cranio. Cinque interventi e diverse sedute di chemio e radioterapia non sono serviti a strappare Giovanni da morte prematura.

Giovanni Custodero

“Ciao Guerriero, abbi cura di splendere”

Nel corso delle ultime ore centinaia di post sono stati dedicati al giovane portiere.

“Ciao Guerriero, abbi cura di splendere”

“Vogliamo ricordarti così, grande Guerriero, esempio di vita. Racconteremo la tua storia a chiunque ne avrà bisogno”. 

“La guerra è stata dura, ma tu hai stravinto, Giò. Hai vinto!

“Hai dato coraggio a me, a mia madre, a tutti quelli che vivono questa battaglia. E lo hai fatto ricordandoci di sorridere. Lo hai fatto ricordandoci quanto sia bella la vita, quanto siano speciali le piccole cose e quanto sia importante ogni secondo. Non hai perso Giovanni. Le persone come te non perdono mai. Hai vinto nel cuore di ogni persona che ti ha incontrato, hai insegnato alle persone l’importanza del tempo”.

I funerali di Giovanni Custodero si terranno domani, lunedì 13 gennaio, alle ore 15 presso la parrocchia di Santa Maria del Carmine, in piazza della Concordia, a Pezze di Greco.

La Redazione si unisce al dolore di quanti conobbero Giovanni, il grande guerriero sorridente.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami