IL SINDACO MARINO PARTECIPERA’ A “PIAZZA GRANDE”, L’INIZIATIVA PROMOSSA DA NICOLA ZINGARETTI, IN PROGRAMMA A ROMA IL 13 E 14 OTTOBRE.

Piazza Grande è la convention organizzata dal governatore del Lazio, Nicola Zingaretti nei giorni 13 e 14 ottobre presso l’ ex Dogana nel quartiere San Lorenzo a Roma. L’iniziativa, battezzata anche come anti-Leopolda,  vuole cambiare un partito che ha preso troppi schiaffi , troppo impegnato a litigare. Dunque Zingaretti  proverà a porterà in queste tappe italiane la sua ricetta  per voltare pagina, proponendosi come alternativa alla gestione renziana. Capitalizzando la vittoria elettorale alle regionali, in netta controtendenza ai risultati nazionali.

“Si riparte da un ripensamento della nostra collocazione politica. Occorre rimettere al centro la nostra ragione di esistenza: la giustizia e lo sforzo di chiudere la forbice tra chi ha e chi non ha. Dobbiamo stare nelle strade, nei luoghi della vita e nella Rete. Per me sono vecchi sia i sostenitori della vecchia “ditta”, sia quelli che successivamente si sono autoproclamati il “nuovo”: sono vecchi perché, alla fine, sconfitti sul campo. Ora va scritta una nuova storia con nuovi protagonisti, aprendosi ai territori. Per questo la mia campagna, che parte il 13 ottobre, si intitola Piazza Grande” fonte: NicolaZingaretti.it

Tra i vari esponenti del PD anche il sindaco di Caserta, Carlo Marino  parteciperà, e in questa nota comunica la sua adesione e  le motivazioni urgenti  che l’hanno indotto a presenziare e- sulle-quali -bisogna lavorare, superando inutili divisioni:

“Da quando sono Sindaco non mi occupo più in prima persona di questioni inerenti al PD e per questo motivo non ho partecipato finora al dibattito apertosi dopo la sconfitta elettorale del 4 marzo. Ma ho ricevuto nei giorni scorsi l’invito da parte di Nicola Zingaretti a partecipare ad ottobre alla giornata dedicata ai temi del governo locale prevista in occasione del primo incontro nazionale di ‘Piazza Grande’ e ho deciso di parteciparvi. Ci sarò in quanto mi trovo d’accordo sull’esigenza di discutere di temi concreti superando ogni inutile divisione, concentrandoci sulla necessità di ricostruire un rapporto di fiducia con i nostri elettori, sia quelli che hanno continuato a votarci anche se critici, sia quelli che per far sentire ancora di più il loro dissenso si sono allontanati.

E conclude:

Sono Sindaco di una importante città del Sud, di cui a volte si parla solo per disprezzare, raccontando – con malizia – solo una parte della verità. C’è anche qui nel Mezzogiorno una grande quantità di persone per bene che lavora, che studia, che progetta il futuro, che non si è arresa ad un destino di emarginazione. Noi che lavoriamo tutti i giorni perché le amministrazioni locali siano di aiuto a questi cittadini, abbiamo anche il dovere di far conoscere quanto di buono si è fatto in questi anni. Per questo motivo parteciperò all’incontro promosso da Zingaretti e lo ringrazio dell’invito”.

Print Friendly, PDF & Email