Tragedia a Brancaleone

Volevano soltanto godersi il mare ed il sole d’agosto dopo il lungo inverno trascorso in provincia di Milano e invece, i due fratellini Lorenzo e Giulia Pipolo, rispettivamente di 12 e 6 anni, sono morti investiti da un treno regionale.

I bambini erano in vacanza insieme alla madre, Simona Dall’Acqua, di 49 anni e al convivente della donna, Antonino Partiglia, di 54 anni, insegnante nel capoluogo lombardo. ma originario di Brancaleone (RC), luogo dove si è verificata la tragedia.

Un crudele destino

Secondo una prima ricostruzione, sembra che la bambina fosse sfuggita di mano alla madre mentre insieme a lei ed al fratellino attraversavano i binari per raggiungere il mare.

La donna allora avrebbe inseguito i bambini per farli allontanare dai binari, ma proprio in quel momento è sopraggiunto il treno regionale partito da Catanzaro Lido e diretto a Reggio Calabria che ha inevitabilmente travolto l’intero gruppo familiare.

I bambini sono morti sul colpo.

La donna ha riportato gravissime lesioni ed é stata soccorsa dal personale del 118 che l’ha trasportata presso gli “Ospedali Riuniti” di Reggio Calabria, dove é stata sottoposta ad intervento chirurgico.

Gravissime le sue condizioni:le donna é in coma ed in grave pericolo di vita.

Il convivente della donna non si è accorto di nulla in quanto mentre si verificava la tragedia, l’uomo stava parcheggiando l’auto.

Sotto sequestro il tratto di linea ferrata

Sull’incidente ha aperto un’inchiesta la Procura della Repubblica di Locri che ha disposto il sequestro del tratto di linea ferrata in cui si é verificato l’incidente.

Il Ministro della Infrastrutture e dei Trasporti Toninelli:

“Sono sconvolto per la morte dei due bimbi travolti da un treno in corsa a Brancaleone, in Calabria. La mia totale vicinanza alla madre ferita e ai familiari”.
“Stiamo verificando i fatti e stiamo perlustrando il luogo dell’incidente, centimetro per centimetroState certi che faremo di tutto per evitare che accada di nuovo”.
“Investiremo di più in ogni ambito della sicurezza ferroviaria, compresa la sensibilizzazione dei cittadini rispetto ai comportamenti più corretti da tenere quando ci si trova nei pressi di un binario”.

Print Friendly, PDF & Email