Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.
0 0 Voto
Vota Articolo

Scegliere una piattaforma per fare trading online è sempre molto complesso e può richiedere un enorme quantità di tempo. Ma quali sono le migliori piattaforme per investire sul forex?

Proprio per questo è bene chiarire che non tutti i broker riescono ad ottimizzare gli investimenti dei propri clienti e non tutti offrono sufficienti garanzie in termini di qualità e sicurezza.

Secondo la Consob, infatti, sarebbero oltre 80 le piattaforme di trading su cui l’ente effettua controlli regolari per accertare che sussistano, sempre, le condizioni migliori per i trader che decidono di aprire un conto online. Ma quali sono le migliori piattaforme per investire sul forex e, soprattutto, quali caratteristiche devono avere? Per fare chiarezza sull’argomento abbiamo pensato di chiedere qualche informazione alla redazione di http://www.piattaformeforex.org/ considerato uno dei punti di riferimento del settore.

Quanto è importante la scelta della piattaforma di trading e quanto questa può condizionare i nostri investimenti?

Come è facile immaginare la scelta di una piattaforma forex può incidere in maniera significativa sui nostri investimenti nel bene e nel male. Se scegliere un broker professionale rende la vita più facile è altrettanto vero che un broker di scarsa qualità non farà altro che mettere in seria difficoltà il trader.

La regolamentazione è un aspetto importante nella scelta della piattaforma forex?

Assolutamente si. E’ molto importante che si prenda in considerazione solo piattaforme di trading regolamentate perchè queste permettono di avere maggiori garanzie in termini di qualità e di sicurezza. La Consob, e gli altri organi di vigilanza europei, effettuano controlli regolari per assicurarsi che i vari broker rispettino le normative internazionali e che non mettano in atto manovre rischiose per i trader.

Quali sono le migliori piattaforme forex del momento?

Ne esistono moltissime di buona qualità. Potremmo segnalare Markets, Etoro, Plus500 (che al momento sta avendo qualche problemino per via del passaggio di proprietà ma resta sempre un’ottima piattaforma di trading), Directa e IG Italia. Queste sono solo alcune delle migliori che si possono scegliere per investire sui mercati.

Quali costi bisogna sostenere per aprire un conto di trading con una piattaforma forex?

Dipende. In linea di massima il 99% delle piattaforme forex non presenta dei costi fissi di gestione. Alcuni broker applicano degli spread sulle quotazioni delle valute (specialmente per quel che riguarda le piattaforme specializzate in cfd) mentre altri applicano delle commissioni sulle singole operazioni. E’ compito del trader valutare, in funzione della propria operatività, quali di queste tipologie di costi è più vantaggioso.

Nella foto principale By Allan Ajifo [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons
Print Friendly, PDF & Email
0 0 Voto
Vota Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Clicca qui e lasciaci un commento! Grazie.x
()
x
Enable Notifications    Ok No thanks