Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Premio Nobel doppio

A ricevere il premio Nobel per la Letteratura sono stati la scrittrice polacca Olga Tokarczuk e lo scrittore austriaco Peter Handke.

Ma perchè sono stati assegnati due premi? In realtà il Premio Nobel assegnato per la Letteratura è sempre uno solo. Ad Olga Tokarczuk è stato assegnato il premio per l’anno 2018, mentre a Peter Hanlke è stato assegnato per l’anno 2019.

Ciò perchè  lo scorso anno il riconoscimento fu sospeso e rimandato a causa di uno scandalo per molestie che colpì il marito di una giurata dell’Accademia di Svezia.

Premio Nobel per la Letteratura 2018: Olga Tokarczuk

La scrittrice polacca Olga Tokarczuk, una delle figure più in vista della letteratura contemporanea del suo Paese, è stata premiata con la seguente motivazione:

Per la sua immaginazione narrativa che con enciclopedica passione rappresenta l’attraversamento dei confini come forma di vita, ma anche per aver costruito i suoi romanzi con una tensione tra aspetti culturali opposti: natura versus cultura, ragione versus follia, uomini versus donne”.

Nel 2018 la Tokarczuk ha vinto il Man Booker International Prize, l’importante premio letterario dedicato alla narrativa tradotta in inglese nel Regno Unito, con I vagabondi, ripubblicato da Bompiani nel marzo del 2019.

I vagabondi

I VAGABONDI E’ IN VENDITA ANCHE SU AMAZON. ECCO IL LINK 

Ecco l’incipit:

Sono una bambina. Sto seduta sul davanzale circondata da giocattoli buttati sul pavimento, torri di cubi crollate, bambole con occhi sbarrati. La casa è in penombra, l’aria nelle stanze pian piano si raffredda e si fa sempre più buio. Qui non c’è più nessuno; sono usciti tutti, spariti, si sentono ancora le loro voci affievolirsi, lo strascichio dei loro piedi, l’eco dei passi e le risate in lontananza. Fuori dalla finestra i cortili sono vuoti. L’oscurità scende con dolcezza adagiandosi su tutto come rugiada nera.
La cosa peggiore è l’immobilità: densa e visibile nell’aria fredda del crepuscolo e nelle luci flebili delle lampade al sodio che, ad appena un metro di distanza, si insabbiano nel buio.
Non succede nulla, la marcia dell’oscurità si ferma davanti alla porta di casa, tutto il frastuono si placa e crea una pellicola spessa come quella sul latte che si raffredda. I contorni degli edifici sullo sfondo del cielo si estendono all’infinito, perdono lentamente gli angoli acuti, le sporgenze, gli spigoli. La luce che svanisce porta via l’aria, non ne rimane più da respirare. L’oscurità ora mi penetra nella pelle. Tutti i suoni si sono ritirati su se stessi, come gli occhi delle lumache; l’orchestra del mondo se n’è andata ed è svanita nel parco.
Quella sera ho scoperto per caso il limite del mondo, giocando, senza volerlo. E l’ho scoperto perché per un attimo mi hanno lasciato sola, incustodita. Naturalmente mi sono ritrovata in trappola, bloccata. Sono una bambina, sto seduta sul davanzale e guardo il cortile freddo. Le luci della mensa scolastica sono già spente, se ne sono andati tutti. Le lastre di cemento del cortile si sono impregnate di oscurità e sono scomparse. Le porte sono tutte chiuse, le serrande abbassate e le tende tirate. Vorrei uscire ma non saprei dove andare. Solo la mia presenza assume contorni netti che tremano e fluttuano, e mi fa male. In un attimo scopro la verità: non c’è più nulla da fare, io sono qui.

Premio Nobel per la Letteratura 2019: Peter Handke

Peter Handke, noto anche per di versi provocatori successi teatrali, è stato premiato con la seguente motivazione: “per un lavoro influente che con ingegnosità linguistica ha esplorato la periferia e la specificità dell’esperienza umana”.

Handke è romanziere, sceneggiatore e poeta. In Italia è stato pubblicato da vari editori – ultimamente soprattutto da Guanda. Il suo libro più recente uscito in italiano è La storia della matita, un diario, un taccuino di lavoro che permette al lettore di entrare nel laboratorio dello scrittore

La storia della matita

LA STORIA DELLA MATITA E’ IN VENDITA ANCHE SU AMAZON 

 

Fonte foto: Pagina Facebook Premio Nobel 

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi