Ranma 1/2 – L’angolo del Nerd e dell’Otaku

PUBBLICITA

Ranma Saotome è un giovane karateka afflitto da una condizione molto particolare. Infatti lui e il padre Genma, durante un allenamento, sono caduti in delle sorgenti maledette. Risultato: quando i due vengono a contatto con dell’acqua fredda si trasformano, rispettivamente, in una ragazza e in un panda.

In aggiunta un vecchio amico di Genma, Soun Tendo, ha promesso una delle sue figlie in sposa a Ranma. Venuti a conoscenza (dopo una serie di equivoci) delle condizioni dei Saotome, viene scelta Akane Tendo come sposa, la quale non va d’accordo con il giovane. Ma questo è solo l’inizio di una serie di situazione assurde.

Ranma: un nome una garanzia

Dopo aver chiuso la serie precedente, ovvero Lamù, l’autrice Rumiko Takahashi decise di cambiare genere. Passò infatti ad un ambientazione più indirizzata alle arti marziali e decise, per la prima volta, di usare un protagonista maschile dandogli però un aspetto ermafrodito, ritenendo che avrebbe generato situazioni più comiche.

Ranma, in giapponese, significa “confusione” o anche “avventato”, caratteristiche tipiche del personaggio e anche del manga. Spesso il comportamento sconsiderato di Ranma porta a situazioni estremamente confusionarie. Infatti, nonostante l’aspetto, il giovane si comporta sempre come un maschio, anche quando si trova trasformato in ragazza.

Ranma 1

La scelta del nome non è casuale anche per un altro motivo. Ranma, oltre ad essere raro, può essere dato indifferentemente a uomini e donne. Una gag ricorrente è che la versione femminile del protagonista è considerata molto attraente, tanto da avere diversi corteggiatori. E Ranma si presenta sempre con il nome reale, con esiti assurdi.

Parodia? Non solo

In Ranma ½ le arti marziali sono spesso parodie delle arti marziali vere e proprie. La “Scuola indiscriminata di arti marziali” praticata dai protagonisti. Si tratta di una scuola aperta alla conoscenza di ogni stile di combattimento. in realtà le tecniche millenarie della scuola, spesso, si rivelano delle truffe ideate da Genma.

Ma le situazioni grottesche nascono dalla grande quantità di personaggi. Tutti con comportamenti che superano di molto la soglia della stupidità. Infatti abbiamo personaggi come Ryoga, amico rivale di Ranma, caduto anche lui nelle sorgenti (diventa un maialino nero) ma talmente incapace nell’orientamento da perdersi nel giardino di casa.

Ma la menzione di merita la merita il personaggio di Happosai. Un vecchio maestro di 400 anni, diventato il “tipico” vecchio pervertito degli anime. Disprezzato da ogni personaggio,  oltre a continue incursioni negli spogliatoi dei club e dei gruppi sportivi femminili, e nottetempo ruba continuamente anche la biancheria stesa ad asciugare.

Happosai

Opera confusionaria?

Un tale quantità di personaggi, però, non appesantisce, il manga. Anzi il contrario. Takahashi riesce perfettamente a gestire tutti i comprimari, i protagonisti, gli antagonisti, alterandoli sapientemente (in questo aiuta la struttura episodica del manga) e anche mescolandoli molto bene.

Il controllo dell’opera da parte dell’autrice ha fatto si che Ranma 1/2 sia uno dei maggiori successi in assoluto. Dal 1988 al 2011 ha infatti venduto quasi quaranta milioni di copie, risultando uno dei maggiori successi della storia, classificandosi 38′ nella classifica dei più venduti.

Dal manga sono stati tratti una serie anime, una OAV, diversi videogiochi, tre film animati ed live action nel 2011

 

 

PUBBLICITA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

LEGGI ANCHE

Virtus Francavilla-Juve Stabia, biglietti in vendita

Virtus Francavilla - Juve Stabia le info utili per i fans gialloblu il comunicato ufficiale Si comunica che a partire da questo momento e fino...

Back to Black un pezzo di vita di Amy Winehouse

  Back to Black primi anni della carriera di Amy Winehouse fino al successo ottenuto con i singoli Rehab e Back to Black. Amy Winehouse il...

Moreno Pesce riparte dall’Islanda Experience

L'atleta paralimpico Moreno Pesce insieme al suo team, composto dalla guida alpina Lio De Nes e dal videomaker Jacopo Bernard, si prepara ad affrontare una nuova suggestiva sfida

Come nel film “Weekend con il morto” porta lo zio morto in banca (video)

Incredibile, ma vero. Una donna ha portato lo zio morto in banca per provare a ritirare dei soldi

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA