Register
A password will be e-mailed to you.

La Salvia Hispanica, così definita nonostante sia originaria del Messico, è molto nota anche nel nostro Paese per i suoi semi, i cosiddetti semi di Chia

L’interesse verso questi semi viene dal fatto che sono molto ricchi di vari elementi: contengono un elevato contenuto di oli (circa il 32%) di cui il 60% è costituito da acido linolenico un noto omega-3 cui sono associati notevoli benefici per la nostra salute.
La biodisponibilità di calcio contenuta nei semi di Chia risulta essere maggiore di quella del latte di mucca (come è noto, è l’alimento meno indicato per le carenze di calcio), mentre il ferro è tre volte superiore a quello negli spinaci, il magnesio dieci volte superiore a quello presente nei broccoli. Per questo motivo contribuiscono – unitamente al contenuto di aminoacidi e vitamine – a fornire all’organismo una notevole carica energetica.
Assolutemanete privi di colesterolo e sale sono un buon aiuto per tenere sotto controllo l’ipertensione; l’apporto di proteine è abbastanza elevato (4.3g/25g) e lo stesso vale per le fibre.
Le vitamine maggiormente presenti sono la A, B1, B2; importante è anche la presenza di amminoacidi come la metionina la cisteina e la lisina.
Per quanto riguarda il loro contenuto calorico, i semi di chia apportano 70 calorie ogni 15 grammi di prodotto, quantità corrispondente a circa un cucchiaio di prodotto, che apporta nel contempo circa 3 grammi di proteine e 7 grammi di carboidrati, oltre agli acidi grassi ed ai sali minerali già elencati. I semi di chia non contengono colesterolo né zuccheri semplici.
Esiste un utilizzo dei semi di chia ritenuto particolarmente benefico per la pulizia dell’intestino e per favorire il suo funzionamento. Lasciati in ammollo in acqua a temperatura ambiente, i semi di chia, in grado di assorbire acqua in quantità molto superiore al loro peso, sprigionano un gel benefico che può essere assunto come tale al mattino, preferibilmente a stomaco vuoto. Il gel di semi di chia, così come il gel di semi di lino, ottenuto secondo il medesimo procedimento, può essere utilizzato come sostituto delle uova nella preparazione di torte e biscotti.

 

Possono essere usati anche da soggetti celiaci in quanto assolutamente privi di glutine.

Polenta ai semi di chia
Ingredienti
1/2 tazza di farina di mais
2 tazze di latte non zuccherato
2 cucchiaini di semi di chia
1 cucchiaino di burro di chia*
1 bustina di lievito alimentare
Preriscaldare il forno a 200 °C.

Frullate la farina di mais, il latte e i semi di chia in una pentola. Portate ad ebollizione.
Abbassate a fuoco a medio, continuando a mescolare per circa 10 minuti. Quando il composto diviene denso e cremoso, togliere dal fuoco. Aggiungete il burro di chia e il lievito alimentare.
Trasferite la polenta in uno stampo da plumcake.
Cuocete in forno per 40 minuti.
Questa ricetta è stata pubblicata in Ricette Semi di chia

* il burro di chia si fa aggiungendo al gel del burro ammorbidito e frullando

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi