Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Magazine Pragma, in vista del match tra il Catania e la Fidelis Andria, ha intervistato Carlo Leonetti, giornalista di TuttoCalcioPuglia.com. Di seguito le sue risposte alle nostre domande.

Come si sta preparando la Fidelis in vista della trasferta di Catania?

“La Fidelis Andria si sta preparando egregiamente a questa trasferta che appare proibitiva, dato che si affronta una grande squadra con un grande tecnico ed un grande pubblico. Mister Loseto sta preparando con attenzione la partita studiando tutti i movimenti del Catania, inculcando una mentalità propositiva ai ragazzi”.

Che situazione c’è per quanto concerne i possibili recuperi o i forfait dei calciatori in dubbio?

“Ci sarà un’ assenza pesantissima come quella di Quinto, un giocatore tecnico fortemente voluto quest’estate. La sua presenza sarebbe stata molto utile a Catania. Al suo posto giocherà Piccinni, con Esposito e Matera che formeranno un centrocampo molto fisico. Al centro della difesa giocheranno Tiritiello e Rada, con Barisic e Croce disponibili in avanti”.

La Fidelis affetta da una sindrome di pareggite. Come giudichi questo andamento?

“Si, è vero, troppi pareggi, ma bisogna affermare che con la Casertana e con il Cosenza la squadra meritava di più ed è stata molto sfortunata. Sicuramente bisogna sistemare qualcosina, soprattutto in difesa, perché lì davanti la squadra ha dimostrato che può rendersi sempre pericolosa con le giocate di Barisic e Lattanzio.

Maks Barisic sarà l’ex di turno. Può influire nella sua prestazione il ritorno al Massimino contro la sua ex squadre e il suo ex pubblico?

“Barisic qui sta diventando un idolo. Sta impressionando ed è un giocatore molto forte che farebbe bene anche in una categoria superiore. A Catania, ovviamente, ha patito la discontinuità. Qui ad Andria giocherà sempre. Per lui sarà una partita importante e sarà uno stimolo in più fare bene contro la sua ex squadra e il suo ex pubblico”.

Quali sono secondo te le favorite alla vittoria finale di questo campionato?

“Il Catania per me è la grande favorita. Può tranquillamente ambire alla B e penso che questo sia l’anno giusto. Le sue rivali saranno Lecce e Trapani, ma non escluderei il Matera di Auteri”.

Print Friendly, PDF & Email

Scrivi