" "
Registrati
Ti sarà inviata una password tramite email.

Una gara psicologica in cui il pubblico potrebbe fare la differenza.

Alla vigilia della sfida con l’Entella il ct del Parma chiede l’aiuto del pubblico: “in momenti di difficoltà c’è bisogno di compattezza”. 
Queste le parole pronunciate dal tecnico abruzzese durante la conferenza stampa pre-gara, mentre sui social si vocifera di uno spogliatoio diviso e poco sereno.

Una squadra dotata di un organico importante, come quello crociato, si trova spesso a dover affrontare problematiche dovute alla presenza di personalità forti o alla voglia dei calciatori di giocare e far bene. Com’è naturale che sia, in momenti in cui le vittorie fanno fatica ad arrivare tutti questi problemi si accentuano causando grossi grattacapi per allenatori e società.

La gara di domani con l’Entella dunque sarà anzitutto una sfida psicologica. Sarà una gara in cui la squadra ospite, che nella recente sconfitta con l’Empoli ha trovato consapevolezza nei propri mezzi, sfiderà un gruppo che sente la pressione della “maledizione del Tardini“, un gruppo che non riesce a segnare e il cui allenatore sente la pressione di una panchina traballante. Si, perché sebbene la società abbia rinnovato in più occasioni la totale fiducia al tecnico, la mancanza di un gioco convincente e la sempre crescente insofferenza dei tifosi fanno apparire l’ombra di Iachini e Guidolin come una spada di Damocle che pende sul ct abruzzese.

A completare un quadro non proprio idilliaco per la squadra di D’Aversa c’è la situazione “Ceravolo” che sembrerebbe non essere ancora al 100% della condizione fisica nonostante questa settimana si sia allenato regolarmente col resto del gruppo.

In attesa dei goal de “la Belva” i gialloblù hanno segnato fino ad oggi soltanto su calci piazzati e Castorina pare aver preso contromisure adeguate.

Il Parma è però una squadra che ha saputo sorprendere il pubblico in tante occasioni e i giocatori sui social network postano foto che sembrano mostrare un gruppo coeso e tutt’altro che diviso. Saprà dunque il pubblico metter da parte il nervosismo ed essere il dodicesimo uomo in campo, sfatando finalmente la maledizione delle partite in casa?

Con tre gare in pochi giorni le polemiche non servono e con Ceravolo che potrebbe finalmente entrare in campo dal primo minuto il pubblico non può altro che incrociare le dita e sperare di vedere finalmente un Parma che vince e soprattutto che convince.

Siamo certi che il Mister potrà contare sull’aiuto del pubblico. 😉

Probabile formazione: Frattali; Iacoponi, Lucarelli, Gagliolo, Scaglia; Dezi, Scozzarella, Scavone; Insigne, Ceravolo, Di Gaudio.

 

Print Friendly, PDF & Email

A proposito dell'autore

Nel Molise, mitologica terra che non c’è, nasce nel lontano '84 un essere alquanto strano. Nerd atipico e ribelle, ama e odia la tecnologia e la pubblicità innovativa fino a farne il suo lavoro e creando la sua società. Si rilassa suonando Beethoven al pianoforte o i Metallica con la chitarra elettrica, cucinando piatti da Masterchef dei poveri, guardando film horror, thriller e serie tv oppure si rilassa leggendo dei più disparati argomenti: politica, religione, mitologia, misteri, storia, fisica e matematica applicata al quotidiano. Sognatore ed idealista ipercritico alla continua ricerca del bene supremo. Folle amante del Parma calcio… che poi dal Molise chissà che c’entra :)

Post correlati

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
" "