L’Inter conquista un pari d’oro contro il Barcellona in chiave passaggio del turno. Icardi risponde subito al goal di Malcom.

 

Embed from Getty Images

 

Spalletti sceglie gli uomini migliori, dentro anche Nainggolan, anche se col senno di poi non si è rivelata la scelta giusta; Valverde conferma la formazione dell’andata con la sola eccezione di Dembelè al posto di RafinhaMessi va in tribuna. La gara ha un andamento molto simile alla gara dell’andata: il Barcellona domina il campo ed arriva dalle parti di Handanovic più volte, ma di contro l’Inter, pur essendo raffazzonata in fase di costruzione di manovra, riesce a creare qualche bella azione. Ad un paio di minuti dal fischio d’inizio errore sanguinoso di De VrijDembelè calcia a giro di sinistro, respinge il portiere interista. Suarez è uno dei migliori in campo, la difesa nerazzurra soffre tremendamente le sue giocate; l’uruguaiano sfiora il goal di sinistro con palla che va alta. La migliore occasione per i padroni di casa arriva a metà tempo: Perisic attacca sulla sinistra e mette un cross rasoterra per Asamoah che anticipa Vecino (forse meglio piazzato) e calcia alto. Poco dopo ancora Suarez vicino al goal con un pallonetto di destro che Handanovic può solo guardare uscire. Ci prova anche Rakitic con un bellissimo esterno destro che esce di pochissimo a lato. Supremazia catalana nei primi 45 minuti, ma il risultato è di 0-0; solo Handanovic ed uno straordinario Skriniar riescono a limitare il Barcellona.

 

Embed from Getty Images

 

Nella ripresa il copione non cambia; Rakitic si mangia il goal del vantaggio a tu per tu col portiere dell’Inter che rimane in piedi fino all’ultimo e neutralizza la conclusione del croato. Dopo un quarto d’ora esce un irriconoscibile Nainggolan, che indubbiamente risentiva ancora dell’infortunio patito nel derby ed entra Borja Valero. Rispetto alle iniziative del Barça, quelle interiste sono inferiori di numero ma non meno pericolose; Perisic crossa per Politano che manda fuori di testa dopo un ottimo terzo tempo. Grande partita dell’esterno destro italiano. All’83’ Malcom, il protagonista meno atteso, segna con un sinistro rasoterra improvviso, dopo che De Vrij non era stato impeccabile in un intervento difensivo; è 0-1. Ma l’Inter è una grande squadra, lo certifica la reazione al goal subìto: dopo 4 minuti Icardi pareggia di prepotenza, come solo i più grandi numeri 9 fanno. Lautaro Martinez stoppa una palla difficile e la crossa per Vecino che calcia, il pallone viene respinto dalla difesa spagnola sui piedi di Icardi, il capitano protegge palla e la scaraventa in porta sotto le gambe di tre Stegen, è 1-1. Per i nerazzurri è un pari d’oro che permette di mantenere il secondo posto del girone.

Print Friendly, PDF & Email